Flower 58

martedì 15 aprile 2014

Il decalogo dello spignattatore neofita

Vuoi iniziare? Fallo. Ma sappi che...




1.   Se una ricetta ti è perfettamente riuscita ieri, oggi potrebbe ripensarci e venirti di colore, consistenza e odore diverso. Senza interpellarti. Senza che tu possa dire nulla in proposito.
La volta dopo? Un terno al lotto.

2.   Potrai avere sempre tutti gli ingredienti necessari, ogni attivo inventato e quelli ancora da trovare, bottigliette e contenitori di qualsiasi forma, colore, materiale, capienza... Ma dovrai sempre provare a fare il prodotto che necessità dell'unico, insostituibile ingrediente che ti manca. Poi si sa, è scomodo fare ordini per un solo prodotto, vuoi non aggiungere altro al carrello? E nel caso in cui dopo una tale cifra le spese di spedizione siano gratuite, è peccato non raggiungerla!

3.   Quando avrai imparato a leggere l'inci e a capire quali marche evitare, dovrai frenarti per non fare terrorismo psicologico agli altri. Ci si augura che tu riesca a tacere a volte, ma dentro di te immaginerai truppe di siliconi e schieramenti di PEG pronti a dare l'assalto.

4.   Se credi davvero che riuscirai a sporcare pochi attrezzi per i tuoi prodotti ti renderai presto conto che questa è pura illusione. Preparerai sul tavolo bilancina, un cucchiaino, una scodella e il contenitore. Inizierai soddisfatta la tua preparazione e a fine lavoro guarderai il tavolo. Troverai quello che avevi messo all'inizio, con un altro intero set di cucchiai, spatoline, insalatiere e scodelle di ogni tipo, e ti chiederai a cosa ti è servito il compasso, la molletta da bucato e un esemplare di orice dalle corna a sciabola. Dovrai quindi lavare tutto, ancora chiedendoti a cosa ti sono serviti, e riportare in natura l'orice, senza perderci un occhio per le corna di un metro.

5.   Ti troverai delle ore con le braccia infilate fino ai gomiti in acqua calda, con intorno a te alcool e sgrassatore, per togliere i residui di prodotto dalle confezioni di cosmetici, e nei periodi più disperati li chiederai anche ad amici e parenti, che ti accontenteranno, ma penseranno che forse, a volte, una seduta dallo psicoterapeuta non è poi così male.

6.   Lo zucchero non serverà per fare la torta: verrà impiegato in uno scrub. L'olio non sarà più un condimento: te lo verserai in testa.

7.   I tuoi fogli da appunti subiranno una radicale trasformazione. Dalla suddivisione tra fasi, dosi e procedimenti chiari, scritti con minuziosa precisione e grazia, troverai numeri sparsi per il foglio con ingredienti abbreviati, a volte appena accennati, con descrizione mancante di procedura e di qualsiasi altra forma di espressione logica e chiara. Lo capirai solo tu quel foglio, ma sarà importante, e non dovrà essere buttato, cosa che puntualmente faranno.

8.   Obbligherai padri, fratelli, fidanzati e individui di sesso maschile, assolutamente disinteressati alla tua passione ad usare il tuo dopobarba, il tuo gel, la tua crema viso. E nulla importa se non l'hanno mai usato: è ora di incominciare, e devono farlo con i tuoi prodotti.

9.   Guarderai con aria truce qualsiasi commessa o addetta alle vendite che tenta di venderti un prodotto commerciale che tu sai pieno di siliconi e paraffina, e penserai "Siiiii idratante! Questo me lo faccio io in casa mille volte meglio!".

10.   Ti riconoscerai in qualche punto tra quelli sopracitati e forse penserai che a volte siamo proprio esagerate noi che autoproduciamo, ma non cambierai idea. Forse riderai, forse scuoterai la testa pensando "E' tutto troppo vero...", ma ti ricorderai che le persone intelligenti accettano il parere altrui. Spiegano, danno consigli se richiesti, ma non fanno terrorismo psicologico a chi non la pensa come loro, nè si impongono con la violenza. La tua scelta l'hai fatta, è giusto che tutti facciano la loro, condivisibile o meno.

            Lalla




6 commenti:

  1. Simpaticissimo questo decalogo!

    RispondiElimina
  2. Fantastico :)
    Vero non è il caso di fare terrorismo, però a me si drizzano non poco i capelli a sapere quali prodotti girano in commercio e che tanta gente li consuma senza battere ciglio O_o

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero Ornella, ma più che dire quello che pensiamo non possiamo fare :) Una volta che la gente sa, poi ha tutto in mano per poter scegliere, se decide di continuare con quello che ha sempre usato, vuol dire che a loro dire va bene così :)

      Elimina
  3. Molto spiritoso ma anche molto vero :-)

    RispondiElimina
  4. Com'è bello ritrovarsi fra i propri simili!!!!!! Lalla sei un mito.

    RispondiElimina