Flower 58

lunedì 13 marzo 2017

Collezione Beleza: novità PuroBIO Cosmetics

Ciao a tutti,
oggi sono molto felice di parlarvi della collezione primavera/estate 207, Belezadi Purobio Cosmetics, che ancora una volta mi ha stupita con l'invio di questi nuovi prodotti, che mi hanno da subito incuriosito sia per i colori sia per la particolarità dei nuovi prodotti lanciati.
Inizio col dirvi che Beleza è una collezione fresca, colorata, che celebra in ogni singolo prodotto le tinte della natura, a cui si ispira.

Si compone di quattro richiestissimi blush, da applicare con il pennello da blush presentato nella stessa collezione, in cui sono presenti anche due ombretti, due tonalità di rossetti, due matite occhi e una matita trasparente.


La collezione è giunta a casa mia con la stessa cura che l'azienda ripone in ogni singola spedizione e presentazione: una busta decorata e ben imballata racchiudeva la maggior parte dei prodotti di questa splendida collezione.



I primi prodotti di cui vi parlo sono anche quelli maggiormente richiesti, ossia i blush.
Nei prodotti permanenti Purobio questo era infatti un prodotto assente, e il desiderio di molte ha evidentemente fatto muovere l'azienda in questa direzione: sono nati così quattro blush, dalle tonalità e caratteristiche diverse.


I blush Purobio sono disponibili sia in Refill che nel packaging in cialdina.

Nel caso del Refill la scatolina esterna è in cartoncino riciclabile, molto comoda anche da conservare in quanto su un lato è presente la numerazione corrispondente al blush contenuto, dunque anche impilandoli in un cassetto la scelta risulta agevole e comoda.



Trovo possa essere una buona idea acquistare una tonalità di blush nel packaging della classica scatolina di plastica apribile, ed eventualmente altre varianti in refill: la sostituzione delle cialdine dei colori è veramente semplicemente, grazie alla calamita di cui sono dotate le scatoline!


Nella parte inferiore delle confezioni è infatti presente un piccolo buco in cui facendo leva si solleva la cialdina interna, con la possibilità quindi di sfilarla e sostituirla, senza dover forzare la confezione e quindi limitando il rischio di rottura sia della confezione ma soprattutto dello stesso blush contenuto.


Le colorazioni dei blush sono diverse e, per essere sincera, inizialmente mi avevano lasciato un po' perplessa, per via dei sottotoni e dell'intensità di ogni colore, ma osservandoli poi da vicino e soprattutto provandoli ho potuto invece riscontrare che i miei iniziali dubbi erano più che altro dovuti alle tonalità che percepivo dalle foto.


  • Ton. 01 - Rosa Bon Ton.
    Un finish satinato e un colore delicato e naturale con leggeri riflessi dorati, perfetto sulle pelli più chiare;
  • Ton. 02 - Rosa Corallo.
    Un colore delicato, che si differenzia dallo 01 per il finish, questa volta opaco e senza perlescenze, per sottotoni più caldi.
  • Ton. 03 - Pesca.
    Caratterizzato da riflessi dorati molto delicati, questa tonalità è perfetta per le pelli chiare che necessitano di un colore delicato e che renda il viso luminoso.
  • Ton. 04 - Mattone.
    Un colore deciso, dal finish opaco, adatto sia per le carnagioni più scure sia per coloro che amano un effetto più deciso.
Ho apprezzato questi nuovi blush sia per il packaging molto pratico, sia per la buona sfumabilità, che ho riscontrato sia con il nuovo pennello preposto che con altri già conosciuti. Si tratta di prodotti mediamente polverosi, che si prelevano facilmente e con una buona scrivenza, che si nota ovviamente più che altro con la tonalità 04, più scura, ma che in tutte le varianti mi ha colpito e che li ha resi quindi molto piacevoli da utilizzare. per le mie personali preferenze quelli che ho usato meglio sono state le varianti Rosa Bon Ton e Rosa Corallo, riscontrando la versione Corallo come piuttosto chiara sulla mia pelle già chiarissima, e la versione color Mattone fin troppo decisa, ma che comunque ho potuto utilizzare piacevolmente con un trucco occhi e labbra non eccessivamente marcato, per colorare un po' il viso.
Ho tentato di utilizzare la versione 03 (Pesca), come illuminante nella zona sotto al sopracciglio, e più in generale sul viso, non amando quelli troppo accesi e che schiariscono troppo l'incarnato; trovo che questo possa essere un validissimo uso alternativo: su di me non si nota assolutamente una tonalità più scura, almeno dopo aver applicato il fondotinta, e anzi illumina molto piacevolmente la zona in cui questo viene applicato.

Ho cercato in tutti i modi di rendere nelle foto gli splendidi colori di questi blush, ma purtroppo mi è stato molto difficile. Trovo che anche se le applicazioni si discostano molto da molte di quelle che vedo online risultino alla fine piuttosto veritiere nelle foto che vi posto: ricordo comunque che per un confronto e per visionare altre foto il web è pieno di recensioni sulla collezione Beleza!



Vi lascio, infine, l'inci dei blush, venduti in cialdina da 5,2 grammi al prezzo di euro 9,90 per le confezioni in plastica, e in Refill al prezzo di euro 8,50.
Clicca sull'immagine per ingrandire

Il pennello n. 11, Sculpting Angled Blush, si è rivelato molto utile per l'applicazione dei blush sopra presentati.


Come da descrizione dell'azienda si tratta di un pennello kabuki dal taglio angolato ed arrotondato, veramente fitto di setole, che sono prodotte in filato sintetico Dermocura, che l'azienda vende in una scatola con all'interno il pennello protetto da coprisetole. La prima cosa che ho notato è che trovo anche in questo caso la scatola di cui si riveste il pennello piuttosto scomoda: anche se questa viene di solito buttata subito il pennello mi è arrivato con la setole aperte in quanto il coprisetole è completamente scivolato verso la base del pennello stesso, e dunque le setole si sono incastrate nel cartone stesso, aprendosi un po'. Tralasciando questo piccolo particolare (non fondamentale, ma che ho riscontrato in ogni pennello), ho trovato questo prodotto veramente morbidissimo e piacevole sulla pelle, con setole molto comode per sfumare alla perfezione i blush Purobio e non solo (ho infatti provato ad usarlo anche con altri prodotti).


Per le mie personali preferenze avrei utilizzato meglio questo prodotto se fosse più piccolo e meno paffuto, ma trovo che la forma angolata permetta comunque un uso agevole e comodo anche per chi utilizza poco prodotto per volta, sfumandolo in una zona ristretta del viso.
Comodissimo invece la forma del pennello, che trovo molto elegante e comoda per il manico piuttosto lungo. Un pennello Purobio per occhi, tra gli ultimi usciti, mi si è purtroppo scollato, dividendosi a metà all'altezza della parte dorata che racchiude poi le setole: è stato un problema facilmente risolto con poca colla a presa rapida, ma spero non si ripresenti con un altro prodotto simile. Non ho contattato l'azienda, ma per chi avesse avuto problemi simili suggerisco di farlo: ho letto online che anche il Servizio Clienti per questi piccoli inconvenienti è ottimo e sempre pronto a scusarsi e a riparare la situazione come meglio può fare.
Il pennello descritto viene venduto al prezzo consigliato di euro 15,60.


Altri prodotti della nuova collezione Beleza sono i nuovi rossetti, che vanno ad ampliare una linea già piuttosto fornita di prodotti labbra, aggiungendo due tonalità primaverili molto fresche.


Purobio mantiene anche in questo caso il packging classico dei rossetti, contenuti in una scatolina rosa in cui è indicato l'inci e le informazioni utili sul prodotto, al cui interno sono racchiusi gli stick, in un elegante colore nero con il marchio dell'azienda impresso sopra.


I colori proposti sono due.
Il numero 09, Rosa Scuro, è un colore vivace che trovo sulle mie labbra abbia un sottotono freddo, che il sito descrive dal finish semi matt ma che invece una volta indossato ho potuto riscontrate con un effetto piuttosto lucido. Il colore trovo sia molto bello e portabile anche di giorno, in quanto illumina il viso e risulta molto confortevole sulle labbra, che appaiono curate e non soffrono in alcun modo di secchezza dopo l'applicazione di questo prodotto.

Il numero 10, Magenta Chiaro, è il secondo colore della collezione, anche questo descritto come semi matte, ma in questo caso l'etto che mi lascia sulle labbra è molto più vicino ad un prodotto effettivamente matte. Si tratta di un colore acceso, tendente al fucsia, che trovo anche in questo caso molto bello ma che non è troppo nelle mie corde per quel che riguarda la mia scelta personale in fatto di rossetti. Trovo possa essere comunque molto indicato per chi cerca un colore accesa ma non eccessivamente scuro in quanto rimane appunto molto luminoso ma sulle labbra la tonalità rimane piuttosto chiara, almeno sulle mie labbra, già chiare naturalmente.


In entrambi i casi trovo che siano comunque colori dai colori oggettivamente molto belli, che personalmente non sceglierei solamente perchè non si addicono particolarmente a me, ma con una buona durata, che risultano molto confortevoli sulle labbra.
Mi sarebbe piaciuto che Purobio lanciasse anche le matite abbinate come successo nella scorsa uscita dei prodotti labbra, ma l'azienda ha sopperito a questa scelta proponendo una matita multifunzione di cui vi parlo in seguito.

Gli stick dei due nuovi rossetti contengono 3,50 gr di prodotto, il prezzo consigliato è di euro 11,90 e di seguito posto l'inci di questi nuovi prodotti, ricco di ingredienti che contribuiscono a rendere le labbra morbide anche durante il loro utilizzo.
Clicca sull'immagine per ingrandire

Parliamo ora degli ombretti, che Purobio ha scelto di proporre così come i blush, ossia acquistabili sia con contenitore in plastica sia come Refill (e così li ho ricevuti io).


I colori proposti questa volta da Purobio sono senza dubbio vivaci e forse per alcune poco portabili, ma si tratta in realtà di colori freddi, completamente matt e dalla tonalità piuttosto spenta, che permette quindi di impiegare meglio il prodotto anche in look meno particolari.

Due i colori: 
Il numero 17, Verde Prato, è un bellissimo verde che appare abbastanza acceso sulla cialdina, mentre risulta molto più spento una volta speso sulla pelle.
Il numero 18, Giallo Indiano, trovo sia (a sorpresa) ancora più portabile del primo, in quanto questo si spegne maggiormente sulla palpebra, virando quasi ad un color senape che se ben abbinato può dare un tocco di colore rimanendo comunque non troppo acceso.

Entrambi i colori sono piuttosto scriventi (il numero 18 maggiormente, rispetto al numero 17, almeno secondo la mia esperienza), mediamente polverosi, e facilmente sfumabili sia con le dita che con i pennelli. Ho utilizzato sia le setole di Purobio che di altri marchi, e in ogni caso ho riscontrato un buon risultato in termine di applicazione, mentre la durata non è tra le migliori osservare fino ad ora, ma comunque non scompare dopo poco tempo dall'applicazione.


Il costo di questi prodotti è di euro 6,90 se acquistati con il packaging in plastica, mentre il formato Refill è venduto al costo di euro 5,50, per 2,50 grammi di prodotto.

Clicca sull'immagine per ingrandire

Le matite lanciate da Purobio per questa collezione Beleza sono invece 3, le prime due di cui vi parlo si aggiungono alle classiche matite dal packaging nero con tappo trasparente. pensate per gli occhi.
Si tratta della numero 42, Celeste, e della numero 43, color Nude.


Entrambe le matite sono caratterizzate da una scrivenza super per via della mina che trovo davvero morbidissima: il colore si posa sulla pelle come burro, permettendo una stesura del prodotto omogenea e piacevole, senza causare alcun fastidio agli occhi.
Il colore Celeste è una tonalità fredda, priva di qualsiasi bagliore, ma molto luminosa proprio per via colore acceso, che trovo splendido se utilizzato come punto di colore in un look più naturale .
Il colore Nude trovo sia ancora più scrivente del numero 42, e si adatta bene ad essere utilizzato sia come punto luce, sia come base per donare vivacità ad altri colori, che ancora per illuminare lo sguardo. 


Ho apprezzato molto specialmente la tonalità Nude, essendo un colore che si fonde perfettamente con la palpebra, che va ad illuminare perfettamente prima della stesura di un prodotto successivamente, il cui colore risulta più vivido e amplificato.


Vi lascio in seguito l'inci di queste matite, il cui prezzo è di euro 5,90 l'una.

Clicca sull'immagine per ingrandire

L'ultimo prodotto di cui vi parlo è molto particolare, che già conoscevo come uso ma che non avevo mai trovato di una marca eco bio.
Si tratta della matita Phantom, ossia una matita trasparente, la cui mina appare come bianca quasi lattigginosa, ma che una volta applicata si rivela essere un prodotto facilmente applicabile per via della mina molto morbida, ma priva di alcun colore o riflesso.
Gli usi di questa matita sono molteplici, sebbene all'inizio questa sua caratteristica possa portare qualche dubbio. Ho provato come prima cosa ad utilizzarla per delineare il contorno labbra, ed utilizzarla in abbinamento ai rossetti della collezione Beleza di cui si compone, che questa volta sono usciti senza le matite labbra abbinate. Si applica facilmente, ma la sua invisibilità non permette di capire facilmente dove e come e già stata applicata, ma l'altro aspetto positivo è proprio che non vedendosi non fa notare piccoli errori di applicazioni.
Preferisco onestamente in questo caso una matita colorata ben abbinata piuttosto che una matita trasparente, in quanto trovo più semplice definire meglio le labbra, forse per abitudine. E' possibile inoltre passare sopra all'ombretto già applicato, per rendere più vivido il colore in quel punto e di fatto creare una sorta di riga di eyeliner non particolarmente definita ma comunque visibile.
Proprio per questa sua scarsa definizione si tratta, purtroppo, di un altro uso che mi ha convinta poco.

Un altro uso possibile, quello per cui avevo più dubbi, è stato in realtà quello che mi ha maggiormente soddisfatta, ossia quello per fissare le sopracciglia senza indurirle, ma mantenendole in ordine. In questo modo ho evitato, qualche volta, di utilizzare la matita colorata per sopracciglia che uso abitualmente, e di mantenerle più naturali ma ugualmente in ordine con questo prodotto che non crea alcuna sensazione fastidiosa una volta applicata.
Si tratta dunque di un prodotto sicuramente unico nel suo genere, ma che sto ancora studiando per valutare più precisamente che cosa ne penso e come potrei usarlo in alternativa a quanto suggerito dall'azienda.


Vi lascio l'inci di questo prodotto, venduto al prezzo di euro 5,90.

Clicca sull'immagine per ingrandire

Queste sono dunque le mie prime impressioni sulla collezione Beleza lanciata da Purobio Cosmetics per questa Primavera/Estate 2017. Si tratta ovviamente di opinioni personali e dettate da un'opinione iniziale su questi prodotti, che uso da qualche tempo e che sto ancora utilizzando per poter capire al meglio come impiegarli in modo migliore.

Ringrazio come sempre Silvia e la grande famiglia Purobio Cosmetics per questo graditissimo invio e per avermi dato l'opportunità ancora una volta di parlarvi dei prodotti appena usciti!

Attendo ora di sapere i vostri suggerimenti per l'uso di questi prodotti e a magari opinioni in merito: avete già provato qualche prodotto della collezione Beleza?


                                       Lalla


venerdì 24 febbraio 2017

Francy Bio Culture: la mia esperienza !

Ciao a tutti, 
oggi vi voglio parlare di Francy Bio Culture, un'azienda di Reggio Calabria che propone cosmetici formulati con materie prime da agricoltura biologica o da raccolta spontanea, privi di ingredienti allergizzanti, potenzialmente irritanti e attenta all'ambiente, evitando imballaggi superflui o non riciclabili. Prima ancora di conoscere i prodotti ho avuto modo di conoscere Francesca Nocera, anima dell'azienda, che con la sua gentilezza e attenzione è presto entrata nel cuore di molte ragazze che apprezzano i prodotti da lei proposti e formulati. Attraverso il suo laboratorio Francesca fornisce anche la possibilità di ottenere prodotti su misura per le varie esigenze, servizio che può essere molto utile per tutti coloro che soffrono di allergie o intolleranze che rendono difficile l'utilizzo dei comuni cosmetici, pur essendo comunque tutti i prodotti presenti in catalogo qualitativamente ottimi.
Dal sito internet è possibile anche acquistare prodotti di altre marche, come Beba, Kadí e Le Erbe di Janas, e gli stessi prodotti Francy Bio Culture sono acquistabili anche da altri siti, come Altrostile, Tathia e Bioemporionatura. Per chi fosse interessato a visitare il sito internet dell'azienda vi lascio QUA il link, e vi informo che le spese di spedizione per questo sito sono gratuite da €39,90 in poi per spedizioni destinate all'Italia, sotto questo importo ammontano invece a €7,89.
I pacchi vengono recapitati in un tempo di consegna che varia da 2 a 3 giorni lavorativi, sul sito i pagamenti accettati sono Paypal, e qualsiasi carta di credito abilitata per acquisti online, bonifico bancario e contrassegno.
Ma non perdo altro tempo e inizio subito a mostrarvi e descrivervi i prodotti che ho avuto modo di provare di questa azienda.


Il primo prodotto, il Gel di Semi di Lino, è anche quello che probabilmente è maggiormente conosciuto di questa azienda. Appartiene alla linea uomo, ma come quasi tutti i prodotti cosmetici è in realtà unisex: personalmente l'ho utilizzato infatti con grande piacere.


Come prima cosa, una breve descrizione di come Francy Bio Culture confeziona i prodotti. In questo caso si tratta di un flacone in plastica in dose da 200 ml che riporta un etichetta minimale nei contenuti ma molto  curata nella grafica. Le informazioni riportate sono infatti poche, ma Francesca ha ben pensato di affiancare ad ogni etichetta un QR Code, che permette attraverso la connessione internet e la fotocamera del proprio telefono di collegarsi direttamente alla scheda di ciascun prodotto, per avere tutte le informazioni a portata di mano in maniera completa e chiara.
Nella foto troviamo il QR Code della confezione della Maschera per capelli, di cui vi parlo in seguito.


Il gel di semi di lino si presenta con un colore verde molto meno acceso di quello che appare dall'immagine sul sito, e spesso leggo nei vari gruppo e mail che mi arrivano che preoccupa la presenza di parti scure che vi galleggiano all'interno: si tratta, in realtà, di semi di lino, parte integrante quindi del prodotto stesso, che non indicano alcun difetto o problema del gel. 


La profumazione viene indicata da qualcuno come maschile, ed effettivamente confermo che non la avverto una nota tipicamente femminile (non a caso fa parte della Linea Uomo appunto), ma l'odore è comunque piuttosto delicato e non persiste sui capelli, almeno nel mio caso (risulta molto meno forte rispetto al prodotto annusato dal flacone).
Contiene miele e gel di aloe, ingredienti che contribuiscono a non seccare particolarmente i capelli e le singole ciocche, con un effetto finale di un capello lucido e discliplinato. Personalmente ho utilizzato il prodotto dopo il lavaggio sia asciugandolo subito dopo e sia effettuando un rapido plopping (se non ne avete mai sentito parlare trovate QUA il link in cui informarvi), ma anche come styling, per definire meglio i ricci. Preferisco in questo caso inumidire i capelli e "stropicciarli" con le mani sporche di gel, per distribuirlo in maniera più omogenea e non in dose eccessiva, se necessario asciugando poi con aria tiepida. Non conosco l'effetto sul capello maschile corto, ma trovo comunque si tratti di un prodotto piuttosto leggero, non atto a definire particolarmente una piega estrema, ma comunque ottimo per tenere in ordine i capelli con un effetto curato e naturale che personalmente gradisco molto.

Trovate nell'immagine l'inci del prodotto, in vendita al prezzo di euro 10,91.

Clicca sull'immagine per ingrandire

Versione femminile del gel di semi di lino (non presente nella foto insieme agli altri in quanto acquistato successivamente), è l'Hair Tonic, novità da poco presente sul catalogo, con Cheratina e semi di Lino.


Medesima confezione del gel di Semi di Lino, l'Hair Tonic si differenzia da questo per il colore e per l'odore, meno maschile ma anche in questo caso dalle note non ben definite. Sono piuttosto sensibile agli odori, e trovo che in questo caso le note olfattive siano leggermente agrumate ma comunque molto delicate, motivo per cui non lo consiglierei a chi cerca un prodotto notevolmente profumato. Personalmente invece preferisco una profumazione meno forte e persistente rispetto ad una troppo dolce o comunque pesante, altro motivo per cui ho apprezzato questo prodotto.
Trovo che entrambi i gel a base di semi di lino abbiano un effetto sui miei capelli piuttosto simile, entrambi non mi seccano i capelli e non li appiccicano se ben dosati, ma mentre il gel di semi di lino della linea uomo tende a rendere più rigide le ciocche se accidentalmente ne utilizzo una dose maggiore, nel caso dell'Hair Tonic questo non accade, rimanendo comunque molto leggero sui capelli e definendo in maniera più naturale.

Fatico a scegliere tra i due quale sia la versione che preferisco, proprio perchè anche se in maniera minima sono prodotti diversi come resa finale. Se ho i ricci già ben definiti preferisco di solito usare l'Hair Tonic, se invece questi necessitano di definizione uso più volentieri il gel di semi di lino, magari con plopping. Consiglio inoltre di provare questi prodotti sia da soli, che uniti a creme o prodotti di styling diversi da gel: io amo entrambi gli usi, solitamente dopo il lavaggio li uso mischiati con altri leave in, per far riprendere invece il riccio li stendo da soli, sia per praticità sia perchè comunque ottengo buoni risultati.

Trovate nell'immagine l'inci del prodotto, in vendita al prezzo di euro 16,99.
Clicca sull'immagine per ingrandire
Altro prodotto super apprezzato è stato lo shampoo Strawberry Kiss.
Dalla confezione identica agli altri prodotti, da scheda tecnica questo shampoo mi ha subito incuriosito, ma di cui successivamente mi sono pentita della scelta. Il mio dubbio, in particolare, era causato dalla descrizione della profumazione, che il sito non indica come particolarmente profumato, ma che dall'immagine in cui si presenta circondato da fragole, e dalle recensioni degli utenti sotto al prodotto (altra caratteristiche utile del sito), immaginavo piuttosto dolce. Da chi l'ha provato viene infatti descritto come una profumazione che ricorda quella di una caramella: per me che non amo le profumazioni dolci è stato motivo di piccola preoccupazione leggere questo solo successivamente, temendo un prodotto dalle note olfattive davvero troppo forti. In effetti il prodotto ha un profumo indiscutibilmente dolce, che ricorda quello di fragola, ma che a sorpresa ho trovato davvero gradevole, al limite dell'odore che io riesco ad usare prima che la stessa profumazione mi risulti fastidiosa, ma veramente golosa sia dal flacone che una volta usato il prodotto, il cui odore rimane più delicato sui capelli, ma comunque presente.


Ho utilizzato questo prodotto sia puro che diluendolo, e come ultimamente sto riscontrando, preferisco sempre usare i prodotti per la detersione poco diluiti, ma comunque mai puri, per permettere un giusto potere schiumogeno, un uso più delicato e una dose minore di prodotto necessario. Questo shampoo si presenta infatti come un liquido trasparente leggermente rosato, di media densità.


In breve tempo mi sono letteralmente innamorata dello shampoo Strawberry Kiss, che trovo possa essere perfetto anche se utilizzato sui bimbi proprio per il suo profumo e per la delicatezza. Lava bene i capelli e la cute, che nel mio caso non ha avuto alcun problema di forfora, secchezza o prurito, come talvolta mi capita, e le lunghezze non si presentavano secche.
Un prodotto che trovo veramente riuscito sotto tutti i punti di vista, pur avendomi provocato grossi dubbi proprio per le mie personali preferenze, ma che alla fine si è rivelato assolutamente promosso a tal punto da riacquistarlo una volta terminato il primo flacone.

Trovate nell'immagine l'inci del prodotto, in vendita al prezzo di euro 9,89.

Clicca sull'immagine per ingrandire

La Maschera per capelli al Miele e Vaniglia è un altro prodotto che inizialmente mi preoccupata un po', per via della sua profumazione dolce, anche se più tenue rispetto allo shampoo Strawberry Kiss. Si tratta di un prodotto cremoso, delicatamente colorato di rosa, piuttosto denso: trovo che per questo motivo il flacone dosatore non sia tra i più comodi, ma preferisco comunque una confezione simile piuttosto ai barattoli, sempre più a rischio di contaminazioni.


E' una maschera che contiene miele, oli, inulina e glicerina, oltre ad altri diversi ingredienti che l'hanno resa in breve tempo tra i prodotti preferiti provato di questa azienda. Inizio con il dire che il profumo rimane sui capelli in maniera molto tenue, pur essendo già leggero, e dunque questa mia principale preoccupazione iniziale è andata presto a decadere. La maschera si presenta, come detto, come una crema piuttosto densa, della consistenza che trovo ottimale per avvolgere bene i capelli e le singole ciocche, senza colare, e permette quindi intanto di occuparsi di altro, semplicemente legandosi i capelli. Sul sito è riportato un tempo di posa di qualche minuto, io a seconda del tempo e voglia a disposizione la lascio in posa circa 10-15 minuti, pettinando con un pettine di legno a denti larghi sia prima, per distribuire al meglio il prodotto, e sia dopo, per sciogliere tutti i nodi.
Dopo ogni utilizzo mi lascia i capelli molto morbidi, anche se non particolarmente districati, ma personalmente non ho mai trovato un prodotto che al solo utilizzo sciogliesse i nodi. Se i capelli sono realmente annodati infatti occorre comunque scioglierli con l'aiuto di un pettine o almeno delle dita, e questo prodotto li ammorbidisce a tal punto da permettere questa operazione in maniera semplice e indolore.
Vi mostro, attraverso questa maschera, un altro dettaglio che denota tutta l'attenzione e la cura dei dettagli che Francy Bio Culture mette in ogni singolo prodotto: ogni flacone è accompagnato dal foglietto che vedete nella foto, legato al prodotto stesso.


Non riscontro nessun tipo di problema in seguito al risciacquo, che trovo leggermente più lungo rispetto ad altri prodotti simili, probabilmente anche a causa della consistenza corposa, ma comunque è un'operazione che effettuo senza alcun problema. Dopo diversi utilizzi e già il secondo flacone acquistato non posso che ritenermi super soddisfatta da questa maschera, che consiglio di utilizzare insieme allo shampoo Strawberry Kiss se siete particolarmente golosi, o se avete bimbi a cui rendere il momento del lavaggio dei capelli più divertente, soprattutto se a causa di nodi o capelli ricci è opportuno anche applicare prodotti da tenere in posa.

Trovate nell'immagine l'inci del prodotto, in vendita al prezzo di euro 16,90.

Clicca sull'immagine per ingrandire

Un altro prodotto molto famoso di Francy Bio Culture è sicuramente la Lozione Anticrespo al Cocco e Miele, che a distanza di tempo fatico ancora a valutare.


Inizio col dire che il flacone in questo caso è differente rispetto agli altri perchè diverso è anche il prodotto come caratteristiche. In questo caso è liquido, e dunque il flacone bianco da 100 ml presenta un dosatore spray molto comodo, che permette un utilizzo agevole del prodotto per distribuirlo al meglio sui capelli.


La lozione anticrespo viene descritta come un prodotto adatto a discliplinare e nutrire i capelli secchi e stressati. Contiene miele ed olio di cocco, ingrediente molto amato per i capelli, che a seguito dell'utilizzo di questo prodotto rimangono anche molto profumati. Da scheda tecnica l'utilizzo suggerito è su capelli asciutti, dopo averli lavati, personalmente ho provato ad impiegarli sia in questo modo che sui capelli bagnati, ben tamponati, prima dell'asciugatura.  Trovo che questo prodotto sia un valido aiuto per far splendere i capelli spenti, ma sui miei capelli non ho riscontrato alcun effetto anticrespo, e parlando poi con ragazze che soffrono di capelli crespi e vedendo le loro foto, mi sono resa conto che probabilmente non noto grosse differenze perchè, fortunatamente, non ho i capelli crespi, e dunque l'aiuto che questo prodotto potrebbe darmi in merito è molto limitato, perchè limitato è il problema. Ma sto comunque apprezzando questo spray per profumare i capelli e per idratarli, spruzzandolo soprattutto sulle punte quando queste appaiono un po' secche. Preferisco questo prodotto sui capelli asciutti, perchè davvero si nota la differenza: le punte appaiono subito più curate, meno secche e sfibrate, e se applicato subito dopo l'utilizzo del phon mi permette di avere i capelli asciutti ma per nulla inariditi dall'aria calda, che uso sempre comunque a temperature non troppo alte. Trovo sia dunque un prodotto che non posso valutare bene per quanto riporta in etichetta, dunque come anticrespo, ma che a livello generale reagisce bene con i miei capelli, senza appesantirli o seccarli, lasciando a lungo il profumo di cocco (non troppo dolce) di cui si caratterizza.

Trovate nell'immagine l'inci del prodotto, in vendita al prezzo di euro 9,91.
Clicca sull'immagine per ingrandire

Un altro prodotto che ho apprezzato ma non per quanto riportato sull'etichetta è il Trattamento Rinforzante Anticaduta.
Si tratta di un prodotto che Francy Bio Culture vende in dose da 50 ml, in un contenitore di dimensioni ridotte in plastica, con pipetta contagocce. Il prodotto è infatti liquido al pari dell'acqua, di un colore indefinito tra il verde e il giallo, e dall'odore erbaceo non troppo forte.


Ho acquistato questo prodotto perchè nel momento dell'ordine il mio cuoio capelluto appariva da qualche giorno secco, con forfora evidente, e in una situazione costante di forte prurito.
Valutando dunque la descrizione e soprattutto gli ingredienti riportati ho quindi provato ad acquistare questo trattamento, utilizzandolo come da descrizione, ossia massaggiandolo sul cuoio capelluto prima dello shampoo, lasciandolo poi in posa per circa 30 minuti.



Ho imparato dopo una o due applicazioni quale fosse il metodo giusto per non usare tantissimo prodotto per ogni singolo utilizzo, Prelevo infatti la dose di circa mezza pipetta per volta e faccio scendere il contenuto sulla cute, attendendo poi qualche secondo prima di massaggiare con i polpastrelli. In questo modo il liquido, essendo di consistenza pari all'acqua, si espande meglio sulla testa, e dunque una volta che inizio a massaggiare la cute il prodotto sarà ben distribuito anche nelle zone limitrofe a quella in cui ho svuotato la pipetta.


Purtroppo anche in questo modo però il flacone è durato non tantissimo, dandomi la possibilità di effettuare circa 5 o 6 applicazioni, ma aiutandomi notevolmente nel mio problema, che magari sarebbe comunque migliorato, ma che probabilmente è stato almeno velocizzato da un prodotto con ingredienti oggettivamente validi. Durante l'applicazione non ho riscontrato nessun tipo di fastidio, il prodotto crea una delicata sensazione di freschezza sulla cute e talvolta ho lasciato in posa il trattamento anche per più tempo rispetto a quanto indicato, dosandolo prima di applicare l'hennè. Non unge in nessun modo la cute e dopo l'uso di questo prodotto non ho riscontrato miglioramenti in termini di caduta, visto che normalmente ho una caduta di capelli normalissima e dunque non necessita di intervento in nessun modo, ma per il fastidio che avevo sulla cute è stato realmente un prodotto valido e che in caso di necessità simili sicuramente riacquisterei.

Trovate nell'immagine l'inci del prodotto, in vendita al prezzo di euro 16,90.

Clicca sull'immagine per ingrandire
L'ultimo prodotto di cui vi parlo è il Gel di Aloe Vera, un prodotto semplice che ormai tantissime aziende propongono. Ho provato infatti diversi tipi di gel, delle varie marche e con caratteristiche più o meno simili in fatto di odore, densità etc. Questo in particolare penso sia tra tutti quello che ho usato con maggior piacere.


Ritroviamo, per questo prodotto, lo stesso flacone da 200 ml, in plastica trasparente.
Si tratta di un gel piuttosto liquido, ma che si dosa bene grazie al flacone che lo contiene e che permette di dosare il prodotto a gocce. L'odore è praticamente assente, e la sensazione sulla pelle molto fresca, soprattutto se riposto in frigo prima dell'utilizzo.


Ho utilizzato questo prodotto sia sulla pelle per lenire la cute dopo la depilazione, lenendo e rinfrescando la zona, sia sui capelli come styling e come gel da unire a erbe ayurvediche per impacchi. In tutti questi casi si è rivelato essere un ottimo prodotto e un validissimo alleato, uno tra i prodotti che reputo tra i fondamentali da avere a casa, proprio per la grande versatilità di utilizzo.



Come prodotto per lo styling trovo sia più simile all'Hair Tonic rispetto che al gel di semi di lino, lasciando i capelli molto morbidi ma definiti in modo molto leggero: sia a capello asciutto che bagnato comunque è un prodotto che ho usato con grande soddisfazione, in qualsiasi uso io lo abbia impiegato.

Trovate nell'immagine l'inci del prodotto, in vendita al prezzo di euro 11,90.
Clicca sull'immagine per ingrandire

Mi rimane la curiosità di diversi prodotti Francy Bio Culture, come la Lozione del Giorno Dopo - Ravviva Ricci, che trovo abbia un nome molto simpatico e che inevitabilmente mi incuriosisce molto, così come anche il Balsamo per capelli con Inulina ed Esterquat, che ho sentito essere molto apprezzato da diverse ragazze.

Preciso, come per ogni recensione, che quanto da me riportato è frutto della mia esperienza personale dopo l'uso dei prodotti, e dunque soggettiva. In questo caso nello specifico vi ho parlato sia di prodotti ricevuti dall'azienda ma (per la maggior parte), di prodotti acquistati da me, che mi hanno soddisfatta o meno a prescindere dalla spesa effettuata per usarli.
Ringrazio dunque Francesca, e Serena (altra nome gentilissimo dell'azienda Francy Bio Culture), sia per la possibilità, ma anche per la grande passione e disponibilità con cui quotidianamente aiutano e consigliano a prescindere che si tratti di prodotti della propria azienda o meno: trovo che questa sia una grande forma non solo di professionalità e correttezza, ma anche di umana gentilezza e passione per quello che fanno.

Spero dunque di avervi fatto conoscere un marchio e un sito che anche voi possiate apprezzare, per consigliarmi magari altri prodotti da me non menzionati!

                                      Lalla