Flower 58

martedì 9 agosto 2016

Aspettando Sana 2016: qualche consiglio!

In questo nuovo appuntamento con il blog vi voglio parlare di questa edizione di Sana 2016, che visiterò per il terzo anno di fila in quanto sono rimasta davvero entusiasta delle prime due edizioni.
  
Ci tengo a rispondere come prima cosa ad una domanda ricorrente, sia tra le lettrici che da parte delle aziende stesse: quest’anno non sarò presente per scelta come Blogger Ufficiale dell’Evento: ho preso questa decisione per rendere la mia visita ancora più di qualità, libera di vincoli di orari e appuntamenti che seppur molto interessanti hanno tolto inevitabilmente tempo alla mia visita, alle chiacchiere con le aziende e anche tempo con chi tra voi mi ha riconosciuto e fermato.


Sarò quindi presente unicamente per il mio blog, grazie all’Accredito Stampa che l’organizzazione di Sana mi ha comunque gentilmente concesso, anche come portavoce di BeautyBag, portale alla quale sono affezionatissima e nella quale prendo parte come redattrice. 
A tal proposito ho pensato di rendere partecipi anche le amiche di BeautyBag (di cui trovate QUA il link), con una doppia condivisione: i prodotti che avrò modo di provare grazie alla Fiera verranno infatti presentati e descritti sia sul blog blog, sotto forma di articolo, che come recensione inserita sul sito.

Sana 2015
Ma non mi dilungo oltre e incomincio a presentarvi la Fiera, per chi non conoscesse!

Sana 2016 è il Salone Internazionale del Biologico e del Naturale, che si svolgerà a Bologna da venerdì 9 a lunedì 12 settembre nel quartiere fieristico del capoluogo dell’Emilia Romagna, che ospiterà tantissimi espositori e visitatori arrivati anche da lontano.
Tre saranno i grandi grandi settori di sana: 

  • Alimentazione biologica,
  • Cura del corpo naturale e bio,
  • Green lifestyle.

Il settore alimentazione biologica è il più vasto, e vedrà protagonista l’alimentazione a 360°: prenderanno parte aziende e piccoli produttori di alimenti biologici, presso la quale spesso sarà anche possibile assaggiare ciò che propongono, ma anche aziende dedicate alla produzione di macchinari e confezionamento.

Il settore cura del corpo naturale e bio è ovviamente il principale motivo per la quale visito puntualmente Sana: si tratta di un settore in forte aumento che anche a Sana cresce di anno in anno, con la partecipazione di aziende produttrici di cosmetici eco bio, coltivatori di piante officinali, e laboratori di produzione di integratori, oltre a dimostrazioni di terapie alternative e macchinari specifici per chi è del settore.

Il settore Green Lifestyle è la zona della fiera forse meno vasta, ma comunque molto interessante da visitare, anche per la moltitudine di proposte e vastità di temi trattati: dalla bioedilizia agli arredi ecologici, passando per per i tessuti naturali e finendo con nuove idee innovative per vivere in modo sostenibile ogni aspetto della vita quotidiana.


Per tutti coloro che desiderino acquistare a Sana ricordo che questo è possibile per le aziende predisposte a farlo nell’apposita area espositiva Sana Shop, che spesso offrono sconti riservati ai partecipanti della fiera, con ottime occasioni per togliersi sfizi e provare prodotti nuovi.
Il catalogo delle aziende presenti verrà reso pubblico nei primi giorni di agosto, ma da quello che ho letto in giro non si discosta molto da quello dell’ultimo anno, ancora visibile sul sito.
Potete trovare su Facebook, sulla mia pagina, un album con l'elenco completo dei partecipanti dell'edizione 2016: ovviamente non basatevi sulle coordinate inserite, come il numero dello stand e dell'espositore, ma potrete almeno avere un'idea degli stand presenti e che vendono, segnalati con il logo colorato in base alla tipologia. Trovate QUA il link diretto all'album su Facebook.
In QUESTO link trovate invece il mio articolo relativo all'esperienza vissuta a Sana 2015 !

Sana 2015

Tantissimi come sempre gli appuntamenti molto interessanti che sarà possibile seguire a Sana: a Sana Academy sarà possibile prendere parte ad incontri e ascoltare relatori di particolare interesse riguardo al tema del biologico e del naturale, come ricercatori, docenti universitari e altre figure di rilievo che è possibile trovare nell’apposita sezione sul sito, con una breve presentazione di ciascuno, mentre all’Osservatorio Sana sarà possibile seguire interessanti interventi di persone del settore, in un incontro promosso da BolognaFiera con ICE (Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane), in collaborazione con FederBio (Federazione italiana Agricoltura Biologica e Biodinamica) e Assobio (Associazione nazionale delle imprese di trasformazione e distribuzione di prodotti biologici e naturali), con il supporto del centro studi Nomisma, primaria società indipendente specializzata nell’analisi del settore agroalimentare, che da anni si occupa dello studio della filiera del biologico.

Nella sezione Sana Novità, che trova posto in fiera a partire dall’anno scorso, possono partecipare le aziende con un massimo di tre prodotti per ogni settore, lanciati sul mercato di recente, per la quale l’anno scorso avevo potuto premiare personalmente il prodotto vincitore, essendo Blogger Ufficiale dell’Evento (non sono invece a conoscenza di come quest’anno si svolgerà la cosa).

Sana Novità 2015

E ora, qualche indicazione utile, che è possibile reperire sul sito, e che condivido con piacere anche alla luce delle mie esperienze passate a Sana.

Costi di ingresso (e informazioni utili):
Il costo del biglietto di ingresso giornaliero è di euro 8,00 se acquistato online (10,00 se acquistato ai tornelli, ingresso Ovest Costituzione – Est Michelino).
Con Sana Pass, il biglietto che permette l’ingresso a tutti e 4 i giorni di sana, il costo si ammortizza in un totale di euro 20,00 con un notevole risparmio. L’accesso è gratuito per i bambini di età inferiore ai 12 anni, ma per coloro che me lo avevano chiesto lo scorso anno trovo che sia una Fiera che interessa limitatamente i bambini, soprattutto se molto piccoli: non ricordo particolari zone gioco a loro dedicate, ammesso che valga la pena visitare la fiera per poi fermarsi ore a giocare nell’area gioco. Consiglio quindi se possibile di organizzarsi diversamente per vivere serenamente il giro in Fiera, anche per il bene del bimbi che difficilmente apprezzano spiegazioni di bioedilizia, osservatori sul biologico e spiegazioni su piante officinali (ognuno valuterà poi personalmente l’interesse che il bambino o ragazzino ripone in queste tematiche: in alcuni casi può anche rivelarsi un percorso educativo, se spiegato in modo che possano capire).
Per tutti coloro che necessitino di questa indicazione segnalo che l'accesso ai cani è consentito al guinzaglio e con museruola, o dentro l'apposito trasportino, fatta eccezione per cani guida di disabili.


Orari di apertura:
La fiera nei giorni di venerdì 9, sabato 10 e domenica 11 seguirà orari di apertura dalle 9.30 alle 18.30, mentre il lunedì 12 alle 9.30 alle 17.00.

Qualche consiglio…
Non appena entrati dai tornelli, o quando ne avete la possibilità, prendete i fascicoli presenti negli appositi espositori: vi aiuteranno a muovevi in fiera con l’aiuto di una bella piantina molto chiara, e troverete anche le aziende divise per settori, ordinate in ordine alfabetico, con le relative coordinate in cui trovarle (padiglioni e numeri espositori), oltre che indicazioni come numeri utili e simboli sui punti “di interesse” come bar, tabacchi, assistenza medica, segreteria, Ufficio Stampa e servizi igienici). Utili anche le indicazioni con gli appuntamenti di Sana Academy e Osservatorio Sana, in cui sono indicati anche orari e luogo.

Suggerimento forse banale, ma che mi ha compromesso la piacevolezza della visita durante la prima edizione di Sana: scegliete con cura come vestirvi. Scarpe comode sono essenziali (ognuno valuti poi il proprio concetto di comodo in base ad esigenze personali), e consiglio di vestirsi a strati, senza utilizzare un unico abito troppo pesante anche se all’esterno le temperature sono rigide: è comodo infatti uscire all’esterno per spostarsi da un padiglione all’altro, ma internamente le temperature sono spesso piuttosto alte, motivo per cui può essere furbo vestirsi a strati, per adattarsi alla temperatura del momento.
Comodo attrezzarsi, per questo motivo, di un piccolo ombrellino pieghevole.
Munitevi di una borsa grande e capiente, o meglio di uno zainetto per distribuire meglio il peso, se intendete fare acquisti, e non solo: gli anni scorsi era possibile ovunque, o quasi, prendere materiale informativo o piccoli campioni di prodotti. 
Se intendete fare acquisti, ma anche per piccole necessità, munitevi di monete e banconote di vario taglio: spesso gli Stand finivano dopo poco tempo il contante necessario per garantire il resto agli acquisti.

Se avete la possibilità di visitare Bologna di sera, dopo la fiera, fatelo! Tutta la città infatti festeggia Sana, e il contro di Bologna si tinge di verde con Sana City, nella quale sarà possibile godere di degustazioni e appuntamenti per conoscere meglio anche la città che ospita da anni questo meraviglioso appuntamento.

Sana City


Infine un consiglio che non dovrebbe servire, ma che purtroppo si rende necessario visto i gesti che ho visto personalmente durante la visita in fiera. Ovunque ci sono bidoni, anche molto grandi, dove gettare rifiuti di vario tipo: usateli! Il personale di servizio che pulisce la fiera dovrebbe servire ad intervenire nel rimuovere tracce lasciate involontariamente, in circostanze dove non si può evitare, non a raccogliere rifiuti volontariamente gettati a terra (in una fiera sull’ecosostenibilità poi…).

Per quel che riguarda come arrivare in fiera trovate sul sito varie informazioni, anche riguardo agli hotel convenzionati (ma consiglio di verificare online anche altre strutture vicine). La fiera è inoltre ben servita da mezzi pubblici e taxi.

Sana 2016 ospiterà inoltre ancora una volta Vegan Fest, l’appuntamento più importante del mondo vegan, con mostre, incontri, workshop e altro sul mondo Vegan a 360°.

Per quel che riguarda il settore della cosmesi green e cura del corpo ho avuto modo di ricevere conferma da diverse aziende circa la partecipazione a questa fiera, di cui vi anticipo i nomi:

Maternatura, Alkemilla, Argital, Sapone di un tempo, PuroBio Cosmetics, Veg Up, IncoCosmetici, Biofficina Toscana, Officina Naturae, Azienda Agricola La Casuarina, BioMarina e Ricaricando.
Tra le aziende non di cosmetici troviamo Gruppo Editoriale Macro ed Ecopostcard.

Tra queste molte aziende avranno novità da presentare e tantissimi prodotti da esporre, quindi vi consiglio di non perdere di vista questi nomi, così come di lasciarvi incuriosire da tutto ciò che attrae la vostra attenzione in fiera, in quanto sono aziende e iniziative che non si ha sempre occasione di avere insieme, vicine, in un’unica data!


Spero di avervi fornito con questo articolo qualche indicazione utile per visitare la fiera, con qualche suggerimento che non trovate sul sito e che trovo possa essere invece molto utile: qualora abbiate altre dubbi da togliervi o curiosità rimango ovviamente a disposizione per cercare di rendere anche la vostra visita il più gradevole e ben organizzata possibile!
Per qualsiasi altro dubbio di carattere tecnico, o per contattare l'organizzazione di Sana, lascio comunque in QUESTO link l'indirizzo al sito ufficiale dell'evento.

Spero inoltre di poter incontrare qualcuna di voi: sono purtroppo poco fisionomista anche con persone viste più volte, motivo per cui vi invito, qualora ovviamente lo desideriate, a fermarmi senza alcun timore per un saluto o due chiacchiere: è per me solamente un gran piacere, e mi è dispiaciuto lo scorso anno leggere dopo la fiera le mail di tante ragazze che mi avevano visto ma non mi hanno fermato per una sorta di timore di disturbare!



     Lalla


lunedì 8 agosto 2016

Collaborazione Italian Cosmetics: linea Anne Geddes

Ciao a tutte ragazze, oggi vi voglio parlare di una collaborazione con l'azienda Italian Cosmetics, che mi ha gentilmente inviato dei prodotti per la cura della persona firmati Anne Geddes. 

Italian Cosmetics è un'azienda italiana, precisamente di Vicenza, che opera attraverso due Brand diversi, la gamma di prodotti Mistral Sun, con una gamma di prodotti varia e per tutta la famiglia, e appunto Anne Geddes, che ispirandosi all'amore per le mamme e per i bimbi della straordinaria fotografa Anne Geddes ha creato prodotti cosmetici certificati e anche bellissimi da vedere.
Personalmente ho sempre apprezzato le bellissime immagini e fotografie di questa straordinaria artista che riesce a racchiudere in un immagine tutta la bellezza e la dolcezza dei bimbi, con l'utilizzo di sfondi e scenografie che richiamano la natura e tutta la purezza dell'infanzia. 
Proprio per questo mi ha subito incuriosita la linea dedicata all'arte di Anne Geddes, che è riuscita a rendere splendidi anche i cosmetici e tutte le confezioni della ditta Italian Cosmetics nella linea dedicata. I prodotti della linea Anna Geddes sono inoltre sottoposti alla certificazione CCPB, ossia Consorzio Controllo Prodotti Biologici. che li ha certificati appunto come prodotti con materie prime provenienti da agricoltura biologica, sia nella linea dedicata alle mamme che a quella per i bimbi.
I prodotti Anna Geddes si compongono infatti di queste due linee, entrambe delicatissime: la linea mamma e la linea bimbo.



Ho ricevuto direttamente a casa un pacco piuttosto grande contenente un secondo pacco che racchiudeva i prodotti della linea, nella quale già era possibile notare la grande cura dei dettagli che già caratterizzava il confezionamento del pacco anche come imballaggio.



I due prodotti della linea bimbo che ho ricevuto sono il Bagno Shampoo Delicato, con aloe vera, estratto di calendula e proteine del riso, e un Olio Massaggio Coccole emolliente, delicato, completamente naturale.
Della linea mamma ho invece ricevuto l' Olio Corpo Elasticizzante con azione emolliente con olio d'argan e calendula e un Bagnodoccia Delicato Idratante Lenitivo con calendula e aloe vera.
Tutta la linea Anna Geddes è stampata su carta ecologica, sia per il packaging che per i vari fascicoli informativi, e ogni confezione riporta delle splendide immagini di bimbi dell'artista.
Ogni confezione riporta inoltre chiaramente la descrizione del prodotto, la modalità d'uso, la certificazione, e la lista degli ingredienti così come legge prevede.
La scatola che custodiva i flaconi conteneva inoltre dei campioncini di tutti gli altri prodotti della linea Mamma e della linea Bimbo e una busta di carta stampata con un'immagine Anne Geddes.



Il Bagno Shampoo Delicato è contenuto in un flacone di plastica opaca da 250 ml con tappo a scatto e piccolo foro per usare al meglio il prodotto. Si tratta di un detergente formulato per il corpo e per i capelli dei più piccoli, a base di estratti vegetali come la calendula biologica e le proteine del riso, ingredienti lenitivi e delicati. Ho utilizzato una piccola dose sulla zona interessata, risciacquando poi con abbondante acqua: ho trovato subito questo prodotto veramente delicato, semplice da dosare anche se di consistenza molto fluida, sicuramente molto adatta sulla pelle dei più piccoli per un massaggio rapido e molto dolce. Il profumo è presente ma molto delicato rimane per poco tempo e modo piuttosto leggero sulla pelle. 
Ho potuto usare questo prodotto sulla mia pelle che esattamente come quella dei bimbi necessita di prodotti molto delicati e gradisce particolarmente ingredienti lenitivi. Ho provato per curiosità ad usare questo prodotto anche come shampoo, sebbene io abbia già i miei prodotti con la quale mi trovo molto bene, e ho comunque riscontrato un'azione molto delicata e un potere schiumogeno piuttosto basso (così come solitamente sono tutti prodotti dedicati ai bimbi). Per le mie personali necessità si tratta però di un prodotto molto valido sulla pelle ed estremamente delicato, ma non altrettanto utile e funzionale sui miei capelli ricci e molto folti per la quale preferisco prodotti più densi, eventualmente da diluire a seconda delle preferenze, che rendano più facile l'utilizzo del prodotto senza sprechi.
Trovo che la profumazione sia molto simile a quella di tanti altri prodotti delicati per i bimbi e che penso possa derivare dalle proteine del riso, essendo questo un ingrediente comune a diversi cosmetici a loro dedicati.

Il prezzo di questo prodotto è di circa euro 13,50. 


Ingredienti: Aqua, Aloe barbadensis leaf juice*, Glycerin, Sodium coco-sulfate, Coco-glucoside, Glyceryl oleate, Maris sal, Calendula officinalis flower extract*, Lactic acid, Hydrolyzed rice protein, Disodium cocoyl glutamate, Parfum", Cocodimonium hydroxypropyl hydrolyzed wheat protein, Caprylyl capryl glucoside, Sodium benzoate, Sodium cocoyl glutamate, Potassium sortiate, Hydrogenated palm glycerides citrate, Tocopherol.




L'Olio Massaggio Coccole presenta la stessa confezione del bagno shampoo delicato, ossia un flacone in plastica con tappo a scatto, ma in formato minore, precisamente da 125 ml. Si tratta di un olio emolliente molto delicato che contiene ingredienti lenitivi come l'estratto di fiori di calendula, perfetti per la pelle dei più piccoli. Si tratta di un prodotto ideale per il massaggio rilassante del neonato, da applicare sulle zone interessate massaggiando fino al completo assorbimento. Può essere quindi una coccola ottima se effettuata prima della nanna di sera oppure come trattamento post bagnetto per facilitare anche l'assorbimento del prodotto. Ho particolarmente apprezzato il dosatore che permette la fuoriuscita del prodotto goccia a goccia, facendo sì che non esca prodotto in eccesso, rendendo così fastidioso e difficoltoso il massaggio. Ho provato quest'olio così come lo si userebbe sulla pelle di un bimbo, ossia dopo la doccia sulla pelle umida applicando poco prodotto per volta con un leggero massaggio, fino a completo assorbimento. 
Ho riscontrato la pelle molto morbida al tatto: per preferenza personale utilizzo prevalentemente oli leggeri sulla pelle anche del corpo, che reagiscono esattamente come a seguito di questo utilizzo: si tratta infatti di un olio piuttosto leggero che si massaggia facilmente, ma con un assorbimento non particolarmente rapido, motivo per cui consiglio un' applicazione veramente minima di prodotto unita ad un massaggio lungo abbastanza fino al momento in cui non si avverte più la pelle unta sotto le dita. La profumazione è molto simile rispetto a quella di tanti altri oli per i bimbi, piuttosto delicata e abbastanza persistente senza comunque risultare pesante sulla pelle, almeno secondo il mio punto di vista. Un prodotto che personalmente trovo valido sia per la pelle degli adulti che per quella più delicata dei bambini.

Il prezzo di questo prodotto è di circa euro 14,90.

Ingredienti: Helianthus annus seed oil*, Prunus amygdalus dulcis oil*, Oryza sativa bran oil, Calendula officinalis flower extract*, Tocppheryl acetate, Parfum0, Limonene0, Geraniol0, Coumarin0, Linalool0, Citronellol0.




Per quel che riguarda l'Olio Corpo Elasticizzante temevo di trovarmi ad utilizzare un prodotto piuttosto simile rispetto all' Olio Massaggio Coccole pensato per i bimbi e presentato in precedenza, mentre mi sono resa conto che nonostante diversi ingredienti comuni si tratta di prodotti con caratteristiche ben diverse. Anche in questo caso troviamo una confezione con tappo a scatto di plastica, in dose da 125ml. La prima cosa che mi ha colpito di questo olio è stato il profumo,che ho trovato estremamente gradevole e molto vicino alle mie preferenze personali in fatto di profumazioni: trovo infatti che abbia delle note quasi agrumate, e leggendo l'inci penso possano essere ricondotte alla presenza di olio di argan presente in grande quantità. Si tratta di un olio meno leggero rispetto a quello sopra descritto pensato per i bimbi, e anche in questo caso è necessario un massaggio abbastanza lungo affinché questo venga assorbito dalla pelle. 
Trovo possa essere un prodotto molto utile agli usi indicati nella descrizione, ossia per ammorbidire le pelli secche e disidratate prevenendo la formazione di smagliature e la perdita di tono (situazioni che spesso accompagnano le trasformazioni fisiche causate dalla gravidanza). Ho utilizzato quest'olio sulle zone particolarmente colpite da adiposità e dopo un utilizzo costante ho riscontrato miglioramenti e una pelle sempre molto morbida immediatamente dopo l'applicazione.

Il prezzo di questo prodotto è di circa euro 19,90.

Ingredienti: Helianthus annus seed oil*, Prunus amygdalus dulcís oil, Argania spinosa kernel oil*, Macadamia ternifolia seed oil*, Prunus armeniaca kernel oil*, Rosa moschata seed oil, Calendula officinalis flower extract*, Tocopheryl acetate, Parfum0, Limonene0, Linalool0, Geraniol0, CitraP.



Il Bagnodoccia Delicato Idratante Lenitivo, con calendula e aloe vera è contenuto in un flacone di plastica esattamente come tutti gli altri prodotti provati, in dose da 250 ml, stesso formato del Bagno Shampoo Delicato per i bimbi. Ho potuto constatare con l'uso di questi prodotti che gli ingredienti sono per tutti piuttosto semplici e ripetitivi, adatti per le pelli più sensibili e delicate e che ricorrono in quasi tutti i prodotti nello stesso modo. Non trovo che questo dettaglio sia un difetto in quanto in un prodotto cerco soprattutto delicatezza. e quelli riscontrati in queste formulazioni sono tutti adatti alle mie esigenze personali. In questo caso ho trovato una profumazione diversa rispetto all'altro prodotto per le mamme, mi risulta meno gradevole anche se fortunatamente come  praticamente tutti i prodotti provati non risulta troppo persistente sulla pelle. 
Anche in questo caso ho riscontrato un potere schiumogeno piuttosto basso e un potere lavante discreto con una consistenza molto morbida e adatta ad effettuare una sorta di massaggio durante il momento del lavaggio. Trovo infatti che questo sia un prodotto particolarmente piacevole da utilizzare stendendolo semplicemente con le mani sento senza l'utilizzo di spugne o altri accessori, che ne modificano la sensazione che apporta sulla pelle. Si tratta comunque ovviamente di una preferenza assolutamente personale basata sulla mia esperienza con il prodotto esattamente come tutte le altre informazioni che potete trovare in questa recensione.

Il prezzo di questo prodotto è di circa euro 19,90.

Ingredienti: Aqua, Ammonium lauryl sulfate, Aloe barbadensis leaf juice*, Decyl glucoside, Maris sal, Calendula officinalis flower extract*, Prunus armeniaca kernel oil*, Glycerin, Coco-glucoside, Disodium cocoyl glutamate, Glyceryl oleate, Magnesium sulfate, Sodium cocoyl glutamate, Hydrogenated palm glycerides citrate, Tocopherol, Sodium benzoate, Potassium sorbate, Lactic acid, Parfum0, Linalool0, Geraniol0, Limonene0.



Dopo la prova di tutti questi prodotti posso sicuramente definirmi non sono molto soddisfatta dei prodotti Anna Geddes,  ma anche piacevolmente sorpresa in quanto ammetto che in un primo momento guardando la straordinaria cura e bellezza del pakaging ho temuto per un attimo che tutta l'attenzione fosse stata riservata per il solo fattore estetico, senza magari curare allo stesso modo la composizione e il prodotto in sé per sé: è stata quindi una sorpresa notare che il prodotto all'interno rispetta perfettamente le  aspettative, motivo per cui non posso non complimentarmi con l'azienda Italian Cosmetics e con Anna Geddes che ha apportato il suo tocco unico e straordinario a questi prodotti.


Vi ricordo come già detto e come in tutti i casi che non sono pagata dall'azienda e che questa recensione si basa su un uso personale e su mie impressioni a seguito della prova dei prodotti stessi e pertanto sono da ritenersi soggettive.

                                    Lalla


giovedì 4 agosto 2016

Mani e unghie: qualche dritta e suggerimento!

Ciao a tutte ragazze,
torna un altro articolo in collaborazione con La Baita Eco Bio, nella quale potrete ritrovate questo stesso articolo scritto da me, con tante proposte utili riguardo a ciò di cui parleremo oggi, e sui prodotti menzionati.
Oggi parliamo infatti del benessere delle mani e delle unghie, con qualche semplice dritta e consiglio utile per far si che le nostre mani siano sempre belle e curate, essendo la prima parte del corpo che spesso facciamo conoscere, come una sorta di biglietto da visita  che ciascuno di noi mostra anche senza pensarci.


Come prima cosa ricordo l'importanza dell'idratazione della pelle delle mani, essenziale in inverno dove le basse temperature non aiutano, così come in estate.
Possiamo scegliere la crema che preferiamo, più leggera o dalla formulazione più ricca, valutando se acquistare una semplice emulsione o un burro o prodotto dalla consistenza spesso meno confortevole, ma senza dubbio molto valido per chi necessita di protezione e nutrimento.
Così come per gli altri prodotti del corpo possiamo scegliere ottimi prodotti biologici con ingredienti validi e utili al benessere della pelle di questa zona, come burri e oli vegetali, da massaggiare sulle mani e sui polsi anche più volte al giorno, eventualmente in quantità più generosa prima di coricarsi la sera.
E' buona abitudine massaggiare le mani con prodotti idratanti anche quando non sembra essercene la necessità, per far si che non si presentino situazioni di eccessiva secchezza che oltre ad essere antiestetiche spesso portano anche a vere e proprie escoriazioni, talvolta molto dolorose. Ovviamente questi piccoli accorgimenti sono ancora più consigliati per coloro che lavorano a contatto con liquidi, polveri o condizioni di eccessivo freddo, per la quale spesso non è possibile proteggersi adeguatamente. Per un trattamento d’urto è possibile, specie nelle stagioni fredde, dormire con un paio di guanti sottilissimi in cotone e una generoso strato di crema sulla pelle, affinchè questo si possa assorbire durante la notte.
Quando possibile ovviamente è bene utilizzare guanti di gomma, almeno per lavare i piatti e per la pulizia della casa, in cui spesso vengono utilizzati detersivi e acidi.
Anche in questo caso possiamo trovare una valida alternativa nei prodotti eco bio, che offrono ormai una gamma ampissima di detergenti per la casa e prodotti per il bucato: si tratta in questo caso di prodotti meno aggressivi anche sulla pelle, e per chi segue uno stile di vita sostenibile è importante verificare che siano ecocompatibili, trattandosi di prodotti che finiscono negli scarichi e quindi nell’ambiente.


Ma tornando a parlare delle nostre mani, anche le unghie vengono spesso curate solamente nel momento in cui si decide di applicare smalti, mentre possono essere mantenute sane anche prima di questi momenti, con piccole cure quotidiane e velocissime da mettere in atto. E' possibile preparare una miscela con un olio vegetale a scelta e olio essenziale di limone, preparazione che ha il duplice effetto benefico di rendere più forti le unghie e limitare le macchie. Basterà massaggiare per qualche minuto questo preparato sulle unghie delle mani pulite per riscontrare benefici dopo poco, se effettuato con costanza. Se prima ho citato il momento dell'applicazione dello smalto, non posso non consigliare anche in questo caso smalti senza ingredienti nocivi e aggressivi, un tempo molto più difficili da reperire sul mercato, ma che molte aziende stanno inserendo nei propri cataloghi, con vere e proprie linee dedicate e una gamma di colori che nulla hanno da invidiare ad altri marchi che seguono filosofia diversa. Occorre scegliere con cura anche il prodotto atto alla rimozione dello smalto, preferendo prodotti privi acetone, molto aggressivo sulle unghie.



Cosa fare con gli altri smalti, non eco bio ma comunque sfruttabili per altri usi?
Quando possibile è sempre un'ottima cosa il riciclo. Se non abbiamo amiche che, per scelta personale, hanno scelto di non utilizzare prodotti ecobio, possiamo utilizzarli poco alla volta per piccoli usi, utili e futili.
  •       Personalizzate chiavi e marcatele per riconoscerle meglio;
  •       Munite i più piccini di guanti, areate la stanza e fateli disegnare su un cartoncino;
  •       Usateli per scrivere su tutte le superfici difficilmente segnabili con altro, come ferro lucido o vetro.
  •  Riciclate semplicemente la boccetta per riempirle con l'olio al limone sopra proposto!


             Lalla
                     
               

martedì 2 agosto 2016

Collaborazione Redacia: la carta che germoglia!

In questo articolo vi voglio presentare una collaborazione con un laboratorio artigianale davvero particolare, che ha unito femminilità e natura, delicatezza e originalità, creando dei prodotti veramente unici. Redacia, di cui lascio QUA il link al sito, è una realtà che ha sede in Monza Brianza, dove propone diversi prodotti creati in una carta particolare, composta da carta ecologica e biodegradabile, miscelata con semi di piante e fiori, che possono poi ovviamente essere piantati in terra per far crescere le piante di questi fogli, che Redacia chiama semplicemente la Carta che Germoglia. E se un pezzo di carta può assumere mille usi e forme diverse proprio questo ha fatto Lisa, titolare del laboratorio, che ha unito questo particolare prodotto a forme e stili unici e davvero graziosi, con la creazione di targhette, forme di diverso colore e dimensioni, fino ad arrivare ad inviti, partecipazioni di nozze e segnaposti, e qualsiasi altra idea che la sua mente può produrre, insieme a quella di chi osserva, essendo sempre aperta a nuove idee e suggerimenti.
E' possibile visionare tutto questo sul sito di Redacia, davvero bellissimo anche graficamente e con foto accattivanti, che mostra anche i bijoux che Redacia propone, accumulati dalla parti di piante o fiori racchiuse in piccole ampolline di vetro, e che ho ricevuto a casa in due bellissime varianti.

E' possibile anche acquistare dal sito: dopo aver ricevuto il pagamento l'ordine viene elaborato in 2-3 giorni, e poi spedito all'indirizzo indicato, dove arriveranno in 2-3 giorni lavorativi con corriere.
Le spese di registrazione non sono indicate sul sito per via della grande varietà di prodotti che vengono spediti, e che rende quindi difficile stabilire un prezzo unico per le varie spedizioni: per le collane le spese di spedizione ammontano ad euro 6,98 fino a due collane con l'acquisto di tre o più collane la spedizione è gratuita. Per la Carta che Germoglia il prezzo delle spese di spedizione varia da euro 3,15 ad euro 6,98. Per qualsiasi altra indicazione in merito, o per ricevere un preventivo, è possibile contattare direttamente Lisa, che darà tutte le indicazioni necessarie, con una cordialità e una disponibilità che ho potuto constatare e apprezzare personalmente.

Ma vi mostro subito i prodotti ricevuti, che la stessa Lisa ha scelto tra quelli che propone sul suo store: due bellissime collane racchiuse nelle loro scatoline di cartone e alcune forme colorate di Carta che Germoglia,


Il pacco è arrivato perfettamente imballato con indicazioni all'esterno degli oggetti fragili che conteneva, per cercare di limitare il rischio di rottura. 



Come anticipato e collane sono arrivare dentro delle graziosissime scatoline di cartone decorate con un nastro di spago e parti della pianta stretti nel nodo, che aprendo le scatoline si scoprono essere le stesse piante che racchiudono le collane all'interno.




Sul retro della scatola troviamo impresso il nome e il logo del negozio, che può veramente andare fiero non solo di queste bellissime collane, ma anche della cura e dell'originalità delle confezioni che propone.



Ed ecco le foto delle collane, che spero rendano giustizia a questi particolarissimi gioielli, che nonostante le foto che forse ne confondono le dimensioni non sono troppo grandi e perfette per essere indossate anche insieme!


La prima collana che vi mostro è quella con ampolla più grande (sul sito viene indicato in entrambi i casi un diametro di 3 cm, ma questa è visibilmente più grande dell'altra ricevuta), attaccata ad una collana color bronzo di 80 cm di lunghezza.
Al suo interno troviamo del muschio islandico, che come indica la scheda sul sito rappresenta l'attaccamento alla terra e alla Natura. Fin dai tempi antichi il muschio islandico viene associato all'amore materno, e in questa collana viene unita la natura a questa forma di protezione materna, richiamando la protezione di Madre Natura. Trovo che questa collana possa essere perfetta per tutte coloro che desiderino un tocco di colore senza però rinunciare all'originalità di un gioiello unico e che attirerà sicuramente sguardi curiosi. Il costo di questa collana è di euro 19,00.


La seconda collana che vi mostro è invece leggermente più piccola della prima, sebbene la scheda sul sito ne riporti lo stesso diametro, mentre la lunghezza è la stessa: 80 cm di catenella color bronzo, che trovo un colore veramente bello e delicato, molto indicato per queste tipologie di collane.
In questo caso troviamo dei soffioni, ossia dei semi di Tarassaco, che molto spesso vediamo colorare i prati: la sfera racchiude però la parte più delicata di questo, ossia quella che si forma nell'ultimo momento di vita del fiore stesso, e che vediamo volare nei prati e nei campi trasportati dal vento.
Un ciondolo dalla straordinaria delicatezza e particolarità dunque.



In questa foto è possibile invece notare le forme, tutte carinissime e dai colori molto allegri, di Carta che Germoglia. Appena ho visto queste forme non ho potuto fare a meno di valutare i diversi usi che è possibile farne. Trovo possano essere perfetti da usare come segnaposto, scrivendo sopra il nome della persona, che potrà poi portarsi a casa la propria forma e piantarla; altro uso che trovo possa essere particolarmente carino è come piccolo pensiero per le feste di compleanno dei più piccoli, che spesso vengono omaggiati di caramelle e altri giochini, e che potrebbero in questo modo anche imparare qualcosa in più sul mondo della natura, curando personalmente la piantina che vedranno crescere dal loro cartoncino colorato.


Qualche altra immagine di queste collane sono però doverose, per permettervi di apprezzare al meglio queste particolarissime creazioni!




Ringrazio quindi di cuore Lisa per avermi fatto conoscere Redacia, e vi ricordo che non lavoro per questa azienda, sulla quale ho scritto questa recensione sulla base della mia esperienza personale con l'azienda, e opinione soggettiva sui prodotti ricevuti


Lalla



domenica 17 luglio 2016

Cosmetici baby e gravidanza

Buongiorno a tutte,
oggi parliamo di un argomento che interessa soprattutto le donne, e lo facciamo con la collaborazione dello store La Baita Eco Bio, nella quale potete trovare questo stesso articolo scritto da me sul sito, e qualche idea di acquisto anche su molti dei prodotti che troverete citati in queste righe! 

La gravidanza, si sa, è un momento bellissimo nella vita di ogni donna, accompagnato da grandi gioie e tante trasformazioni. Una di questa riguarda il corpo, che mostra inevitabilmente i segni di questo periodo, e che può talvolta necessitare di cure e attenzioni diverse da quelle messe in atto in precedenza.

La pelle, durante la gravidanza, gode spesso di una salute e di una luminosità particolare, per effetto degli ormoni, ma va comunque trattata e coccolata nel giusto modo, buona abitudine che sempre più spesso le future mamme mettono in atto, soprattutto nella zone maggiormente colpite da trasformazioni, come quella del pancione. E’ buona consuetudine infatti massaggiare tutte le sere la pelle della pancia con un olio vegetale (come di mandorla, di jojoba, o di rosa mosqueta, per citarne alcuni) o un prodotto specifico, magari dopo una doccia, affinchè questo penetri più rapidamente, con costanza e fin dai primi periodi: è importante osservare il proprio corpo, affinchè si possano notare per tempo le zone da trattare maggiormente. Nel caso delle smagliature per esempio queste si presentano come delle strisce irregolari dal colore che vira dal rosso/rosa al violaceo, ben prima che queste diventino bianche, momento nella quale è assai difficile trattarle con buoni risultati: è infatti nella prima fase che queste vanno massaggiate con costanza e pazienza: in questo modo magari non ne eviteremo totalmente la comparsa, ma potremo certamente limitare i danni e prevenire qualche segno più visibile.

Oltre al pancione è utile massaggiare glutei, cosce, e seno, con prodotti validi e prestando attenzione all’inci, con una lettura personale di queste indicazioni quando questo è possibile oppure affidandosi alle certificazioni dei singoli prodotti, più che alle scritte immediatamente leggibili in etichetta.
Ma se alcuni prodotti sono validi alleati durante la gravidanza, tanti altri invece vanno controllati accuratamente per assicurarsi che siano sfruttabili in questo periodo. Non è necessario che siano di qualche linea specifica dichiarata e adatta alle mamme in attesa, ma una conoscenza approfondita è necessaria per valutare i singoli ingredienti. Gli oli essenziali per esempio sono tra i composti da limitare e controllare nell’uso, in quanto trattandosi di prodotti fortemente concentrati dalle reali proprietà possono interferire con il benessere della donna e del nascituro. Salvo determinati casi e ingredienti, per la quale può rivelarsi opportuno consultare il proprio medico ed eventualmente l’azienda produttrice, i cosmetici usati in precedenza possono comunque essere utilizzati a patto che questi non creino fastidio durante i nove mesi, periodo nella quale la pelle può manifestare l’insorgere di sensibilizzazione ad alcuni cosmetici, anche se usati in precedenza, o pelle particolarmente sensibile. Talvolta questi scompaiono con la fine della gravidanza, o talvolta rimangono come caratteristica della pelle: per questo può essere furbo scegliere, qualora sia necessario, prodotti facilmente reperibili e validi per questo periodo, che si potranno poi utilizzare anche nel periodo futuro (sotto questo punto di vista internet offre grande vastità di prodotti e siti da cui ordinare, con il vantaggio di ricevere poi tutto comodamente a casa propria).

Altro dubbio legittimo delle future mamme (ma anche dei papà), riguarda la cura del corpo dei più piccoli: cosa usare sulla sua pelle delicata appena nato? I neonati necessitano di pochi prodotti per la cura del corpo, ma scelti con attenzione. Uno di questi sarà un detergente delicato, che salvo diversa indicazione dal medico potrà essere anch’esso di azienda bio certificata, prodotto con ingredienti delicati e utili alla pelle sensibile dei bimbi. 


Nei primi mesi di vita è possibile utilizzare un unico prodotto per la pulizia del corpo e dei capelli, che talvolta può essere sufficiente massaggiare con semplice acqua. Oli da massaggio, creme e unguenti vari non vengono utilizzati da tutti, e spesso acquistati al momento del bisogno, per esempio per l’insorgenza di rossori o fastidi di altra natura, che richiedano l’utilizzo di un prodotto specifico, leggero e protettivo. Buona idea investire investire in una crema protettiva per il cambio pannolino, momento che talvolta porta a rossori e irritazioni fastidiose, e che possono essere limitate con l’utilizzo di prodotti contenenti ingredienti quali burro di karitè, ossido di zinco, e/o oli lenitivi. Al classico talco è preferibile utilizzare invece dell’amido di mais o di riso, economico e molto utile anche per il bagnetto. Qualora il problema delle irritazioni persista può essere utile anche tentare la strada dei pannolini lavabili, che per quanto possano sembrare più scomodi e non ottimali per questo problema si rivelano invece spesso un valido alleato per contrastare i fastidi che provoca il tessuto sintetico dei pannolini.
I pannolini lavabili sono peraltro una valida alternativa a quelli usa e getta anche sotto il punto di vista ambientale dell’ecosostenibilità: basti pensare ai tantissimi pannolini gettati a settimana, per diversi anni, per tutti i bimbi che ne fanno uso, e ci si potrà facilmente fare un’idea della grandissima quantità di scarti che produciamo, e che devono poi essere smaltiti, oltre alla produzione stessa dei prodotti usa e getta. Una valida alternativa sotto tantissimi punti di vista quindi, che già diverse mamme hanno deciso di seguire.
Il momento del cambio pannolino è inoltre consigliabile effettuarlo, quando possibile, con acqua ed eventualmente detergente, limitando le salviette a momento di emergenza o fuori casa, trattandosi di prodotti lasciati sulla pelle e spesso non lavati, che possono contribuire alla formazione di rossori e bruciori.
Ricordo inoltre di prestare la giusta attenzione al sole, e di attrezzarsi con protezioni solari qualora sia necessario esporre i bimbi, che se piccolissimi andranno protetti anche con abbigliamento adeguato, una buona idratazione, ed evitando comunque di esporsi durante le ore più calde della giornata. Quando in grado di portarli anche gli occhiali da sole sono necessari per evitare danni irreparabili agli occhi, colpiti anch’essi dai raggi del sole, abituandoli all’uso di occhiali sicuri e adatti per i bimbi.

Spero con queste semplici informazioni di avervi fornito qualche spunto di riflessione, per ampliare l’argomento personalmente, eventualmente con l’aiuto del pediatra e medico curante: ricordiamo infatti che sono queste le figure professionali a cui affidare i nostri dubbi e paure!



                Lalla



mercoledì 13 luglio 2016

"Cosmetici Naturali per viso, corpo e capelli": nuova uscita!

Ciao a tutti ragazze e ragazzi, oggi vi voglio parlare di un nuovo libro che potrebbe interessare molti (e soprattutto molte) di voi, almeno a giudicare dalle richieste di consigli che solitamente mi mandate.
Sto parlando del libro “Cosmetici Naturali per viso, corpo e capelli”, di Anna Simone e Glorianna Vaschetto, edito da Arianna Edizioni, che si sviluppa in 140 pagine, che non ho ancora avuto modo di leggere ma che a quanto leggo dall’indice pare essere molto vario e interessante.


Ho deciso di farvi conoscere comunque l'uscita di questo libro, senza che io ancora mi sia fatta un’idea in merito, per far si che coloro che ne abbiano la possibilità o la curiosità si facciano personalmente una prima impressione su questo volume, che sarò curiosa di conoscere e condividere, in quanto molto spesso mi chiedete indicazioni riguardo alle pubblicazioni consigliate sul tema dell' autoproduzione di cosmetici naturali.

Gli argomenti trattati in questo libro sono i seguenti:
  • L’autoproduzione cosmetica
  • Gli ingredienti da conoscere e gli strumenti indispensabili
  • I preziosi oli essenziali
  • Le ricette per le 4 stagioni
  • Cosmetici per l’uomo
  • Ricette per sentirsi sexy e profumarsi in modo naturale
  • Cosmestica green
  • Prodotti da riciclo
  • Cosmesi e giardinaggio

Troviamo in questo indice una perfetta unione dei principali temi trattati dalle due autrici, che ho avuto modo di conoscere personalmente, e di cui ho apprezzato la gentilezza e semplicità.
Glorianna Vaschetto è stata insieme a me blogger ufficiale di Sana 2014, insieme ad Anna Simone, che mi ha accompagnato in questo viaggio anche per l'edizione della fiera nell'anno 2015.
Due persone competenti nel loro ambito, rispettivamente cosmetica ed ecologia, che trovo molto interessanti se unite allo stesso libro, che può mostrarci il lato più naturale ed ecologico del prendersi cura della propria persona, con preparazioni semplici ma efficaci.


Dalle anteprime e dalla copertina ho notato subito grande cura dei dettagli, anche sotto il punto di vista grafico, con colori e uno stile accattivante ma che rende questo volume sobrio e comunque gradevole alla vista. Non posso per ora dare maggiori indicazioni sulle ricette e consigli riportati: sarà però mia cura fornirvi anche questi dettagli, qualora dovesse interessarvi la lettura.
E’ possibile inoltre leggere online alcuni estratti di questo volume, che propone più di 120 idee e tante spiegazioni utili a coloro che si approcciano al momento della cosmesi consapevole e all’autoproduzione, ma con qualche spunto interessante anche per coloro che già conoscono meglio l’argomento, e desiderano magari uno spunto di riflessione o qualche idea aggiuntiva per portare avanti questa passione, che condivido. Anna Simone dona il suo contributo svelandoci la parte più verde di questa passione, curando la sezione del riciclo e dell’economia sotto al punto di vista cosmetico, non tanto slegata all’attenzione rivolta verso l’ambiente così come spesso si pensa.

Il libro ha un costo di euro 10,80, attualmente scontato in siti come Il Giardino dei Libri, che propone il volume al prezzo lancio di euro 9,18.

Trova qua il link alla pagina di vendita del libro scontato:  
http://www.ilgiardinodeilibri.it/libri/__cosmetici-naturali-viso-corpo-capelli-anna-simone.php?pn=5470
Consiglio quindi questo volume, che anche io leggerò con molto interesse e curiosità, e per la quale non posso fare a meno di complimentarmi con le due scrittrici: ad entrambe rivolgo un grosso in bocca al lupo, e i miei complimenti sinceri per il traguardo raggiunto!


                   Lalla


venerdì 8 luglio 2016

Linea all'aloe I Provenzali: la mia esperienza.

Ciao a tutte ragazze e ciao a tutti ragazzi,
oggi vi voglio parlare della linea certificata all'aloe della marca I Provenzali. Sono stata infatti scelta come tester insieme a diverse altre persone, per fornire la mia opinione su questi prodotti, compilando poi un questionario direttamente all'azienda, e visto che si tratta di una marca facilmente reperibile e molto amata, ho deciso di parlare anche a voi di questi prodotti, delle mie impressioni in merito e delle loro caratteristiche.

La linea biologica all'Aloe  si compone dei seguenti prodotti:

  • Dermogel biologico lenitivo;
  • Shampoo biologico riparatore;
  • Balsamo biologico riparatore;
  • Maschera biologica riparatrice;
  • Deo vapo biologico antiodore
  • Salviette intime biologiche delicate;
  • Detergente intimo biologico delicato.



Tutti i prodotti di questa linea contengono ovviamente Aloe, nelle sue diverse forme cosmetiche,
Il gel, certamente il più conosciuto, viene proposto anche come prodotto singolo, grazie alle sue molteplici e versatili utilità, ma questa pianta viene impiegata anche con estratto oleoso, estratto glicerico, e l'acqua distillata di aloe. Sulla pagina del sito dedicata a questa linea è possibile informarsi meglio su tutta la linea, e sui singoli prodotti: trovate QUA il link diretto a questo spazio.

Tutta la linea in questione è certificata Biologica e presenta packaging chiari sia graficamente che sotto al punto di vista della descrizione, grazie anche all'utilizzo di etichette adesive sollevabili per permettere la lettura dell'inci e di altre indicazioni più chiaramente, senza dover in questo modo rimpicciolire i caratteri, rendendo le scritte più difficili da leggere.
Ho utilizzato questi prodotti per più di un mese e nel complesso mi ritengo abbastanza soddisfatta.

Il primo prodotto di cui vi parlo è Dermogel biologico lenitivo, ossia un gel di Aloe Vera in formato da 150 ml contenuto in flacone di plastica con tappo a scatto.


Contiene al suo interno il 98% di aloe vera e come tutti i prodotti di questa linea è un cosmetico biologico. Ho trovato questo prodotto di giusta densità perfetto per essere usato come styling sui capelli umidi e molto comodo anche sulla pelle arrossata. Anche come come dopo sole si è rivelato molto utile, pur non essendo io una fanatica dell'abbronzatura, e sulle irritazioni post depilazione mi ha dato immediatamente sollievo, Ho provato ad utilizzare questo prodotto anche come materia prima per creare cosmetici in casa e mi ritengo anche in questo caso molto soddisfatta.
Anche leggendo online le opinioni di chi ha provato differenti gel di aloe ho notato che spesso viene considerato migliore di altri sotto al punto di vista della consistenza, che non si rivela troppo densa ma nemmeno eccessivamente fluida e quindi poco comoda da prelevare ed utilizzare.
Riacquisterei sicuramente questo prodotto in quanto mi ha completamente soddisfatta; la profumazione è piuttosto gradevole anche se abbastanza leggera, e sia sulla pelle che sui capelli lascia note di profumo molto delicate. Il prezzo è di circa €6,50.

Inci del prodotto, dal sito SaiCosaTiSpalmi:
Clicca per ingrandire

Lo Shampoo biologico riparatore contiene il 15% di percentuale di Aloe Vera biologica ed è particolarmente indicato per capelli deboli e sfibrati. La mia tipologia di capelli è esattamente quella per la quale è pensato questo prodotto: pur trattandoli quotidianamente ho purtroppo quasi costantemente le punte secche, ma nonostante questo non mi sono trovata particolarmente bene con questo shampoo. Ho trovato questo prodotto di difficile uso essendo piuttosto liquido, caratteristica che lo rende a parere mio anche difficilmente dosabile: praticamente riesco ad utilizzarlo efficacemente solamente sulla cute, mentre riscontro qualche difficoltà nel distribuirlo sulle lunghezze come solitamente faccio con gli shampoo. Trovo sia comunque un buon compromesso per coloro che non hanno capelli troppo lunghi o particolarmente folti, quindi più semplici da lavare, e penso che, nonostante questa caratteristica a me non particolarmente gradita, può risultare un prodotto piuttosto comodo nella stagione estiva, dove spesso si ha la tentazione di lavare più spesso i capelli, avvertendo magari la cute poco pulita. Proprio per questa consistenza piuttosto liquida non ho avuto necessità di diluirlo con acqua, ma ho riscontrato sempre la necessità di utilizzare un buon balsamo districante per capelli essendo un prodotto che tende a seccarmi leggermente le lunghezze e le punte, pur facendomi avvertire la cute piuttosto pulita, senza alcun fastidio in particolare.


Dopo un po' di applicazioni ho quindi trovato comunque il modo efficace per usarlo, ma nonostante questo si tratta di un prodotto che personalmente non riacquisterei, anche per via del profumo che non trovo troppo piacevole pur essendo persistente (in questo caso ritengo una fortuna il fatto che non lo sia, per le mie personali preferenze).
Il flacone in cui è contenuto questo shampoo è in formato da 250 ml, in plastica, e il prezzo consigliato al pubblico e di €4,49.


Inci del prodotto, dal sito SaiCosaTiSpalmi:

Clicca per ingrandire

Il Balsamo biologico riparatore è contenuto in un flacone in plastica in formato da 200 ml, e si avvicina abbastanza alla consistenza che gradisco maggiormente per i balsami. Trovo però leggermente scomoda la confezione, trattandosi di un prodotto abbastanza corposo che esce difficilmente dal flacone se questo non è troppo pieno, non agevolato poi dal fatto che il materiale plastico del flacone stesso non si piega abbastanza facilmente da garantire una fuoriuscita rapida e comoda del prodotto stesso. 


L'effetto districante sui capelli e piuttosto buono anche se dopo il lavaggio questi non risultano particolarmente morbidi e setosi al tatto, ma trovo sia comunque un prodotto valido, pur non trovando tutte le caratteristiche che ricerco in un balsamo, che desidero mi lasci i capelli abbastanza morbidi al tatto, districandomi facilmente le lunghezze.
La profumazione trovo sia più gradevole rispetto a quella dello shampoo anche se piuttosto simile. Anche in questo caso non si tratta comunque di note che rimangono a lungo sul capello. 

Esattamente come per lo shampoo trovo sia un prodotto che si risciacqua facilmente, pur essendo i miei capelli spesso piuttosto difficoltosi da liberare completamente dai prodotti con cui li tratto. 
Il prezzo consigliato al pubblico per questo balsamo è di €4,49.

Inci del prodotto:

Clicca per ingrandire

La Maschera biologica riparatrice è particolarmente indicata per capelli deboli e sfibrati, esattamente come gli altri prodotti per capelli di questa linea, ed  è contenuta in una flacone di plastica con tappo a vite.


 Questo prodotto contiene il 45% di Aloe Vera biologica; si tratta di un prodotto abbastanza denso e corposo che si preleva facilmente dal barattolo, che presenta un'apertura piuttosto larga-
Una cosa che ho subito notato aprendo il barattolo e il fatto che il prodotto al suo interno sembra essere molto meno di quello dichiarato: il formato del barattolo è infatti da 200 ml ma la confezioone sembrava avere uno spazio non riempito con prodotto in cima, che non mi è mai capitato di trovare in altre confezioni. Non ho purtroppo potuto verificare pesando il prodotto togliendo questo dal barattolo, non escludo che il barattolo sia in realtà di una capienza maggiore rispetto al prodotto effettivamente contenuto, ma sarei curiosa di sapere se altre persone hanno avuto ha avuto la mia stessa impressione, non troppo piacevole a dire la verità (sembra di aprire un prodotto già iniziato da altri).


 Ho utilizzato questo prodotto lasciandolo agire per 45 minuti, risciacquando poi con abbondante acqua così come indicato sul sito. Nella scheda del prodotto come frequenza d'uso viene indicata una frequenza di almeno una volta a settimana: in merito a questa indicazione posso dire che trovo che questa maschera sia un prodotto efficace ma piuttosto leggero, quindi ho utilizzato il prodotto anche in sostituzione del balsamo, una volta ogni 2-3 giorni a seconda del lavaggio, nel periodi in cui i capelli sembravano necessitarne di più.
Fortunatamente la densità del prodotto permette l'utilizzo di una piccola quantità sufficiente per  tutta la testa, nonostante la mia grande quantità di capelli ricci che necessitano spesso di quantità più abbondanti di prodotto soprattutto se maschere e balsami.
Personalmente ho apprezzato molto questa maschera, tanto che mi sento di consigliarla anche a voi.
Il prezzo al pubblico e €7,99.

Inci del prodotto:

Clicca per ingrandire

Il Deo vapo biologico Antiodore è un deodorante che contiene il 30% di Aloe Vera biologica.
Si tratta di un deodorante contenuto in un flacone di plastica con spruzzino, che grazie all'assenza di alcool risulta anche molto delicato sulla pelle: non viene erogato con sistema a gas, quindi mi limito a spruzzare una o due dosi di prodotto per ascella, massaggiando il prodotto per facilitare un primo assorbimento e stesura del prodotto. Non mi ha creato alcun problema nemmeno dopo la rasatura, pur non utilizzando solitamente prodotti nelle ore immediatamente successive alla rimozione dei peli (che solitamente effettuo di sera proprio per questo motivo, ma provandolo per curiosità ho valutato che in caso di emergenza potrei spruzzarlo senza problemi e senza avere fastidi o irritazione.
Si trova contenuto in formato da 75 ml piuttosto pratico, il profumo è delicato, non particolarmente fresco ma gradevole, piuttosto difficile da descrivere in quanto non è talcato ma nemmeno troppo floreale.


Non si tratta onestamente del deodorante più valido ed efficace che io abbia mai provato, ma trovo possa essere un buon prodotto per uscite non "impegnative" sotto il punto di vista della sudorazione, nella quale si desidera comunque una profumazione gradevole addosso. Non è infatti il prodotto che utilizzerei per situazioni più critiche, nelle giornate più calde, e nelle situazioni che per condizioni climatiche o altri fattori so già che saranno più facili a sudorazione abbondante, ma può essere un valido prodotto per chi magari non soffre di sudorazione eccessiva e desidera comunque un prodotto delicato sulla pelle. Ho notato inoltre che non lascia alcun segno sui capi, anche neri, di cotone o di materiale sintetico che siano.
Il prezzo consigliato per questo deodorante è di circa €4,00.

Inci del prodotto:

Clicca per ingrandire

Le Salviette intime biologiche delicate sono vendute in formato da 12 pezzi in confezione pocket, molto comoda e ideale quindi per viaggio, giornate di lavoro e palestra.
Si tratta di salviette intime inumidite che contengono il 20% di gel di Aloe Vera bio, che leniscono e rinfrescano le parti intime senza l'utilizzo dell'acqu.
Proprio per questo motivo sono quindi particolarmente adatte in tutte le situazioni nella quale è difficile effettuare un comodo ed efficacie lavaggio come a casa propria. 


Consiglio infatti queste salviette principalmente nelle situazioni in cui non è possibile effettuare lavaggi intimi con acqua corrente, modalità di detersione che quando possibile è sempre preferibile e consigliabile: possono però essere una valida alternativa in caso di emergenza e al bisogno, in quanto non bruciano e rinfrescano delicatamente la zona. Ho apprezzato queste salviette pur avendole utilizzate poche volte, non avendo avuto particolari occasioni, ma notando sempre una profumazione gradevole e una sensazione delicata sulla pelle. Se chiuse correttamente con l'apposita etichetta adesiva non perdono la loro naturale umidità e a distanza di tempo posso anche affermare che per la loro forma e confezione morbida risultano essere un comodo prodotto da portare sempre con sé, anche in borse non troppo grandi.
Il prezzo consigliato al pubblico è di Euro 3,99.
Inci del prodotto, dal sito SaiCosaTiSpalmi:

Clicca per ingrandire

Il Detergente intimo biologico delicato a pH fisiologico, con amido di riso, è contenuto in flacone di plastica con dosatore e contiene il 20% di Aloe Vera biologica.


Si tratta di un prodotto piuttosto liquido, simile a quella riscontrata in molti altri detergenti intimi, tutto sommato comoda in quanto facile da gestire e da dosare: risulta infatti facilmente dosabile anche grazie al comodo dispenser, simile a quello comunemente usato nei saponi per le mani, che trovo sempre comodissimo per tutti i prodotti che possono supportare un dosature simile.
La profumazione è piuttosto delicata e ricorda quella delle salviette igienizzanti. Esattamente come nel caso delle salviette si tratta di un prodotto davvero molto delicato sulla pelle, anche grazie all'amido di riso, ottimo ingrediente lenitivo che contribuisce a lasciare sulla pelle una sensazione di pulito e di freschezza, senza creare bruciore e producendo una schiuma leggera.
Non ho tuttavia mai avuto grossi problemi con detergenti intimi, motivo per cui non ho grossi termini di paragone e preferenze in merito.
Questo prodotto è venduto al pubblico ad un prezzo consigliato di €3,99

Clicca per ingrandire

Questi erano i prodotti che mi sono stati mandati dall'azienda e per la quale ho deciso di mia spontanea iniziativa di scrivere una recensione, con la speranza che possa essere utile a qualcuna di voi! E' possibile trovare i prodotto della marca I provenzali da Auchan, Ipercoop, Tigotà, e profumerie e supermercati ben forniti.

Attendo ora le vostre impressioni in merito a questa linea, e se volete riguardo a tutti gli altri prodotti di questa azienda: che cosa ne pensate? Li avete mai acquistati?


Un saluto a tutti e al prossimo articolo, che vi ricordo vengono anticipati anche attraverso la mia pagina facebook, di cui lascio QUA il link!


                                                     Lalla