Flower 58

lunedì 19 settembre 2016

Collaborazione Apeironature... Con sorpresa !

Ciao a tutte ragazze (e ragazzi),
oggi vi voglio parlare di un'azienda che ho avuto modo di conoscere dagli albori, da quando mi è stata raccontata prima ancora di nascere: sto parlando di Apeironature, uno store online che propone profumi, prodotti naturali, make up, un piccolo assortimento di materie prime, accessori e prodotti per la cura della casa e dei nostri amici animali. Trovate QUA il link al sito. Attraverso la sezione About Us è possibile vedere i volti di coloro che stanno dietro questo store, dettaglio che trovo molto carino e che svela due persone gentili e disponibili con cui ho avuto modo di conversare via mail, e che vi consiglio di contattare per qualsiasi dubbio o informazione voi abbiate riguardo al sito o ai prodotti proposti.
La grafica colorata ma chiara rende piacevole la navigazione in questo sito, che trovo abbia tutte le informazioni utili disposte in sezioni ben chiare e di facile accesso, nella quale è possibile leggere che la spedizione avviene normalmente dopo 1/2 giorni, mentre dopo 24/48 ore il corriere consegna il pacco all'indirizzo indicato. Le spese di spedizione sono differenti in base al peso del pacco, e vengono rese note al momento del carrello: trovo che questo metodo sia un po' scomodo per coloro che devono acquistare grandi quantità (inteso come peso totale) di prodotti, mentre possa essere abbastanza valido per piccoli ordini, le cui spese di spedizione più basse ammontano ad euro 3,99.
Le modalità di pagamento accettate sono Paypal, carta di credito, bonifico bancario o ritiro della merce in sede, che si trova a Grone, in provincia di Bergamo.
Sul sito inoltre è anche presente una piccola sezione Blog nella quale Michela posta piccole ricette o articoli informativi di varia natura, riguardanti il benessere della persona.

Ma non perdo altro tempo e vi mostro subito quanto ricevuto: un bellissimo pacco a sorpresa creato su misura per me, sulla base di qualche indicazione fornita riguardo alle mie esigenze e preferenze!


Il pacco è arrivato perfettamente confezionato ed imballato, in una scatola di cartone, con idonee protezioni per garantire un viaggio sicuri ai prodotti (di materiali anche fragili), e un dolcissimo bigliettino scritto dai titolari del sito, che ringrazio anche per la cura nella spedizione, che ho potuto poi monitorare attraverso il codice mandato!



Il primo prodotto di cui vi parlo è il Latte Detergente alla viola di Remedia, azienda che ho avuto modo di conoscere in occasione di Sana attraverso le parole di Lucilla Satanassi, anima di Remedia, e che mette in ogni prodotto una straordinaria cura e attenzione per i dettagli, passione che si percepisce anche usando i prodotti stessi. Il prodotto in questione è contenuto in un flacone in plastica da 125 ml, che prima di utilizzare il prodotto (e a dire la verità anche durante) ho percepito come piuttosto dura al tatto, e per un attimo un temuto che questo dettaglio potesse rendere poco confortevole l'utilizzo del prodotto stesso. In realtà il prodotto è abbastanza fluido ed esce facilmente dalla confezione, che perde parte della rigidità del materiale con l'uso, rendendo di fatto più semplice prelevare il prodotto alla fine. Come mio solito lavo sempre il viso prima dell'utilizzo di detergenti, così da dover utilizzare meno prodotto e su pelle bagnata, che rende il più delle volte il massaggio maggiormente confortevole. La prima cosa che ho notato è stata la profumazione del prodotto. 
Non so bene indicare se questa è effettivamente la profumazione della viola, non avendo mai usato prodotti con note olfattive simili, ma di certo trovo che questa sia davvero gradevolissima. 
Non amo in realtà i profumi troppo floreali, ma in questo caso si tratta di un prodotto che trovo  piacevole, piuttosto persistente e dalla profumazione abbastanza forte.
Anche l'utilizzo e la consistenza trovo siano davvero ottimi, sebbene qualcuno lo ritenga troppo corposo e un pò pesante sulla pelle. Si tratta ovviamente di un prodotto che contiene oli, ma a parere mio perfettamente bilanciati nella formulazione, che risulta delicata e perfetta per una tipologia di pelle sensibile e tendente alla secchezza, almeno come è stato nel mio caso.
Molto valida anche la sua funzione primaria: rimuove delicatamente gli ultimi residui di trucco, detergendo delicatamente la pelle e lasciandola piacevolmente morbida. Un prodotto che certamente acquisterei più volte, se solo avesse una confezione più grande, o un prezzo più basso con questo dosaggio. Senza voler svalutare il prodotto, che trovo sia ottimo, i prodotti a risciacquo sono quelli per la quale prediligo una spesa più contenuta, anche in vista del grande uso che faccio dei detergenti.



Il latte detergente alla viola Remedia ha un costo di euro 15,00, ed è possibile consultare in QUESTO link l'elenco degli ingredienti.

Conoscevo invece davvero poco la marca Khadi prima di provare questo Olio Viso e Corpo alla Viola. Non di rado leggo infatti recensioni e discussioni su questa marca, molto conosciuta proprio per gli oli, ma non avevo mai avuto l'occasione di testarne uno. L'olio alla viola è contenuto in un elegante contenitore in vetro da 100 ml, con dosatore che rilascia una piccola quantità per volta, permettendo quindi un uso comodo e senza sprechi dello stesso. Come indicato sul prodotto quest'olio può essere utilizzato sia sul corpo, come olio da massaggio sulla pelle umida, o sul viso pulito e umido, in abbinamento con un prodotto con funzione di tonico. Personalmente ho preferito limitare l'utilizzo di questo prodotto solamente sul corpo, essendo il mio viso poco incline all'utilizzo di olio, e a distanza di tempo posso dire che si è trattato comunque di un utilizzo veramente valido e soddisfacente. La profumazione di questo prodotto ha note olfattive che si avvicinano molto a profumazioni legnose, piuttosto particolari, che appena prelevato non ho trovato troppo piacevoli, mentre dopo averlo applicato sulla pelle e averlo massaggiato risulta invece molto più leggero e persistente. Risulta essere un olio molto confortevole da massaggiare ma non di facile assorbimento. Non che mi aspettassi un assorbimento immediato da un olio, ma ho provato prodotti simili senza dubbio più rapidi, mentre in questo caso ho dovuto massaggiare per molto più tempo la pelle.
Dopo qualche applicazione ho capito come fare per ottimizzare i tempi: utilizzo pochissimo olio il primo momento, massaggiandolo per uno o due minuti, e successivamente una dose più generosa: in questo modo ho l'impressione che l'assorbimento sia più rapido, agevolato anche dal fatto che uso questo genere di prodotti solitamente dopo la doccia a pelle calda e umida. Ho molto apprezzato quest'olio per le sue proprietà elasticizzanti e nutrienti: la mia pelle è infatti risultata subito morbida al tatto e profumata, ed è stato per me un valido alleato nel periodo precedente l'estate, durante la quale ho massaggiato con cura le zone esposte come gambe e braccia, al fine di arrivare al periodo estivo con una pelle migliore. Si tratta di un prodotto certificato BDIH, venduto anche in minidose da 10 ml, formato che trovo molto comodo per chi volesse testare l'odore e la percezione sulla pelle.


L'olio alla viola Khadi ha un costo di euro 10,00, l'inci del prodotto è consultabile in QUESTO link.

Il seguente prodotto che vi mostro è la Crema Mani Rinforzo Unghie Helix Extra prodotta da Amici per la Pelle. Si tratta di una crema contenuta in un flacone di plastica in dose da 50 ml.
Prima di parlarvi della mia esperienza in merito è necessaria una doverosa premessa.
Uso frequentemente creme mani, tanto da averne sempre un flacone nella borsa. 
Questo avviene sia per necessità, avendo spesso problemi di secchezza sulle nocche, sia per sfizio, dal momento che diversi anni fa riuscii a sostituire l'odioso vizio di mangiarmi le unghie mettendomi una crema mani ogni qualvolta ne sentissi lo stimolo, e attualmente pur non mangiandomi più le unghie mi è rimasta l'abitudine. Per questo motivo necessito di una crema a rapido assorbimento e confortevole sulla pelle, sia come consistenza che come profumazione,
Indico questo affinchè si possa capire il motivo per cui ho faticato moltissimo ad utilizzare questa crema. Come prima cosa mi ha sorpreso il fatto che nonostante io la prelevi sempre in piccole dosi la crema appare alla vista come un'emulsione bianca come tante altre creme in commercio, mentre toccandola e cominciandola a massaggiare si rileva molto liquida, di una consistenza che ricorda quella di un gel piuttosto fluido, e appiccicoso. Il tempo di assorbimento è nella media, non particolarmente breve ma nemmeno eccessivamente lungo, ma la sensazione che lascia successivamente è tipica dei prodotti con alte percentuali di glicerina, così come si riscontra dall'inci, nella quale è evidente anche abbondante quantità di gel di aloe, probabile causa della consistenza vagamente gelatinosa e piuttosto liquida. Anche dopo diverso tempo dall'applicazione la crema si avverte infatti sulla pelle con una consistenza piuttosto appiccicosa che trovo (purtroppo) sgradevole, e se si bagnano le mani anche dopo che questa è stata assorbita riemerge come uno strato di crema che riporta in superficie la sensazione che si prova all'inizio massaggiandola la prima volta.
La profumazione ricorda molto quella della glicerina e pur non essendo troppo pesante non mi risulta particolarmente gradevole. Una crema che quindi, per le mie personali esigenze, non è assolutamente adatta, anche se effettivamente lascia le mani piuttosto morbide (non ho invece riscontrato particolari benefici sulle unghie). La sto comunque utilizzando per i piedi, di notte, anche se per essere sincera si tratta di un uso che, come si sarà capito, è puntato più al finire il prodotto che ad un reale amore per lo stesso, ma dal momento che preferisco sempre utilizzare i prodotti per limitare gli sprechi scelgo spesso questa via per finirli. Per completezza, e qualcosa qualcuno dovesse avere i miei stessi problemi con questa crema, indico che sui piedi non ho assolutamente alcun problema: utilizzandola di notte e non essendo i piedi coinvolti nelle azioni quotidiane come le mani si rivela essere un uso piuttosto valido.


La Crema Mani Rinforzo Unghie Helix Extra ha un costo di euro 14,00.
L'inci è consultabile in QUESTO link

Il prossimo prodotto di cui vi parlo è state da me ampiamente usato anni fa, poi abbandonato più per provare qualcosa di nuovo più che per problemi con lo stesso.
Sto parlando del sapone di Aleppo, della marca Sarjilla. Si tratta di una saponetta da 200 gr, composta da 80% di olio di oliva e 20% di olio di alloro, ingrediente che viene utilizzato dalla stessa azienda anche per la produzione di sapone in percentuali più alte, in particolare al 55%, 40% e 35%.
Quella che ho ricevuto è senza dubbio la più indicata per me, in quanto quando utilizzavo prodotti a percentuali più alte mi trovavo spesso la pelle estremamente secca. Non a caso questa percentuale è particolarmente indicata per coloro che soffrono di pelle facilmente irritabile, piuttosto sensibile, e sebbene sia un sapone meno aggressivo sulla pelle di altri in generale, risulta essere senza dubbio più delicato se la percentuale di olio di alloro non è altissima. Ho utilizzato questo prodotto come sapone per la rasatura, apprezzando particolarmente la sensazione che lascia sulla pelle: si avverte infatti l'alta percentuale di oli vegetali presenti, che non viene rimossa immediatamente con l'acqua, creando uno strato molto piacevole da utilizzare per mantenere morbida la pelle, evitando così il fastidio dell'attrito del rasoio, con il rischio di tagli e sfregamenti vari e che mi crea molto disagio soprattutto nella zona delle ascelle. Anche per l'igiene del corpo si è rivelato essere un prodotto molto delicato e valido: crea pochissima schiuma ma grazie alla sensazione molto piacevole sulla pelle rende il momento della detersione rapido ed efficace. Non mi ha creato alcun problema sulla cute, ho anzi apprezzato molto l'utilizzo di questo prodotto che mi ha permesso di utilizzare un detergente delicato durante le frequenti docce estive, durante la quale solitamente non utilizzo sempre prodotti.
Si tratta di un prodotto adatto anche alla pelle del bimbi, che può essere usato anche per i capelli e come una sorta di maschera viso, bagnando la pelle e massaggiando il sapone che andrà poi risciacquato, ma sono utilizzi che ho preferito non sperimentare, trovandomi molto bene sul corpo e avendo la pelle del viso e i capelli che reagiscono spesso male alle novità, specie se queste prevedono oli vegetali. Come unica nota che non mi fa impazzire, e che ad alcuni potrebbe disturbare, e la profumazione senza dubbio particolare, ben diverso dalle solite saponette profumate a cui spesso siamo abituati. Molte persone avvertono l'odore del sapone di Aleppo come sgradevole, mentre altri non ne sentono particolarmente le note olfattive: personalmente avverto l'odore, che non mi fa impazzire, ma che non mi disturba particolarmente, essendo oltretutto poco persistente sulla mia pelle; per i fedelissimi della pelle profumata preciso comunque che solitamente non altera a tal punto l'odore della pelle da variare la profumazione di lozioni corpo o altri prodotti utilizzati in seguito (anche se, come sempre, si tratta di un aspetto molto soggettivo).


Il sapone di Aleppo Sarjilla ha un costo di euro 6,50; l'inci è visibile in QUESTO link.

Altro graditissimo prodotto che ho avuto modo di provare è stato il profumo Alba di Maggio, di Remedia. Si tratta di un profumo appunto, contenuto in contenitore spray in vetro scuro, da 30 ml. Non avevo mai provato Remedia sotto al punto di vista dei profumi, e leggendo la descrizione degli altri credo che Apeironature mi abbia inviato quello che realmente sarebbe stato più di mio gradimento tra tutti quelli proposti. Le note principali di questo profumo sono infatti date dagli agrumi e da profumazioni speziate e legnose come il coriandolo.
Il mix di queste note olfattive sono, a mio parere e per le mie personali preferenze, esplosive: un profumo fresco ma portabile in tutte le occasioni e stagioni, che ho preferito usare sugli abiti più che sulla pelle, rimanendo più persistente. Utilizzandolo sulla pelle ho notato infatti che non cambia profumazione con il tempo come spesso accade, ma devo segnalare che non dura per troppo tempo.
Sugli abiti invece la durata è decisamente maggiore, ed è possibile avvertire anche dopo ore la delicata piacevolezza di questo prodotto, che personalmente ho utilizzato sia di giorno che di sera.


Il costo del profumo Alba di Maggio è di euro 18,00, QUA è possibile leggere l'inci del prodotto.

Ma comincio ora a parlarvi dei prodotti di make up ricevuti, e inizio da un rossetto della Jardè, nella tonalità Exotic. Da subito, non appena ho verificato il colore dallo stick, ho potuto constatare che si tratta di un colore davvero poco esotico, come invece richiama il nome: un colore caldo che vira dal marrone al bronzo, dal finish perlescente, quasi metallico. Da subito ho notato che purtroppo si tratta di un colore che si discosta molto non solo dai miei gusti personali, ma anche dai colori che mi donano. Trovo che questo tipo di colore sia molto più portabile se con finish diverso, risultando anche molto più giovanile se proposto in versione matt, senza bagliori.
Ho infatti riscontrato notevoli difficoltà ad utilizzarlo sulle labbra, in quanto stendendolo come un normale rossetto l'effetto non mi piaceva affatto. L'unico modo che per ora pare convincermi sulle labbra è quello di usarlo non come unico prodotto labbra, bensì come colore più scuro per creare sfumature e tridimensionalità alle labbra, che purtroppo sono nel mio caso piuttosto sottili. Si tratta di un uso che solitamente non cerco nei prodotto, limitandomi ad utilizzare i rossetti come colore unico, abbinato alla matita labbra, ma questo sembra essere l'unico utilizzo che riesco a farne.
Ottima invece la stesura, trattandosi di un prodotto piuttosto cremoso ma confortevole da usare, e anche la durata, che anche quando ho provato ad utilizzare il prodotto come unico colore sulle labbra si è rivelata piuttosto lunga anche dopo aver mangiato e bevuto. Peccato dunque per il colore, non adatto a me, ma che mi porta a domandare se avete provato altri colori di questa marca, e come ci siete trovati con questi rossetti.
Il prezzo di questo rossetto Jardè è di euro 23,00 per 3 gr di prodotto.


Della stessa marca, Jardè, ho ricevuto anche del make up minerale: quelli che vi presento per primi sono due prodotti per il viso e per la base.


Il Bronzing Blush è di una tonalità calda ma non troppo scura, che si fonde bene anche con la pelle non troppo abbronzata, a patto che questo venga usato in piccole quantità, senza caricare troppo il pennello, che per prodotti simili scelgo piuttosto paffuto e fitto se desidero una stesura simile ad un blush appunto, o più piccolo e dalle setole più contenute se cerco un effetto più simile al conturing. Personalmente trovo che come blush sia un prodotto portabile sia in inverno che in estate, mentre come conturing lo vedo più indicato per il periodo estivo, essendo comunque molto luminoso e particolarmente gradevole sulla pelle abbronzata, come ho potuto constatare su altre persone.
La luminosità di questo prodotto se applicato e sfumato con cura è infatti notevole: l'effetto shimmer non risulta essere troppo accentuato, tanto che ho utilizzato questo prodotto anche sul decollete e in una crema corpo idratante per illuminare la pelle di sera, creando di fatto una semplicissima crema colorata poco coprente ma adatta per donare un po' di luminosità.
Un buon prodotto che sicuramente utilizzerò più spesso in estate piuttosto che in inverno, ma che comunque trovo che possa trovare impiego anche nelle giornate meno soleggiate, per scaldare un po' l'incarnato. Praticissima inoltre la confezione di plastica con tappo a vite e coperchio interno richiudibile, semplicemente girando la protezione interna in plastica per chiudere i fori dosatori.
Il prezzo di questo prodotto è di euro 20,00 per 6 gr di prodotto, trovate QUA il link alla scheda del prodotto.



Altro prodotto ricevuto, e senza dubbio più usato rispetto a quello proposto prima è il fondotinta Minerale Cashmere, venduto nella stessa confezione di plastica da 7 gr con tappo interno per ridurre o evitare completamente la fuoriuscita di prodotto.
Per mia fortuna ho la pelle del viso piuttosto bella e libera da imperfezioni, che copro facilmente con poco correttore localizzato sulle imperfezioni: proprio per questa mia tipologia di pelle non necessito di prodotti troppo coprenti: i fondotinta minerali si rivelano infatti molto validi sulla mia pelle.
Applico questo prodotto con un pennellone a setole fitte, prelevando il prodotto dal tappo e facendo cadere sempre l'eccesso di prodotto semplicemente sbattendo il pennello prima di usarlo sul viso: in questo modo ho sempre piccole quantità di prodotto da lavorare, e posso stenderlo su piccole porzioni di pelle, sfumandolo bene. Questa tonalità appare perfetta per la mia carnagione, che è piuttosto chiaro e più vicina a prodotti con sottotoni gialli, che devo comunque ben calibrare per non apparire trascurata e davvero troppo gialla in viso. In questo caso trovo che la tonalità sia perfetta per la mia carnagione;  la consistenza e l'effetto che questo fondotinta dona è di una pelle curata e piacevole alla vista, e anche al tatto non si avverte la sensazione di prodotto sulla pelle, cosa che molti prodotti in polvere lasciano. Utilizzo questo prodotto anche abbinandolo alla Bb cream, per renderla più coprente e per fissarla al meglio, limitando il rischio di lucidità eccessiva. In questo modo non ottengo lo stesso effetto di un fondotinta liquido, soprattutto se prima di applicarlo aspetto una decina di minuti dopo l'applicazione della Bb Cream, l'effetto rimane infatti molto naturale sulla mia pelle, senza appesantire il risultato finale. Inoltre se ben steso non si accumula nelle rughe di espressione, essendo comunque molto leggere ancora sul mio viso.
Un prodotto molto valido quindi, che sulla mia pelle si sta rivelando molto piacevole e che continuo ad utilizzare sia da solo che abbinandolo ad altri prodotti come sopra descritto, a seconda delle necessità e situazioni.
Il costo di questo fondotinta è di euro 23,00, ed è possibile trovare QUA altre informazioni utili in merito, compreso l'inci del prodotto.


Gli ultimi due prodotti di cui vi parlo sono due ombretti, entrambi della marca Jardè.


Il primo è il Mineral Eyeshadow nella tonalità Brown Sparkle, contenuto in una jar con tappo a vite da 1 gr. Il colore di questo ombretto è davvero bello: molto luminoso e perlescente.
Ha riflessi che virano dal bronzo al dorato, e trovo possa stare benissimo con la pelle abbronzata. Ovviamente non è questo il mio caso, ma se ben sfumato e abbinato ad altri colori anche sulla pelle chiara ha un effetto veramente bello e particolare. Ho usato questo colore abbinandolo ad un color pesca, usando Brown Sparkle per creare profondità allo sguardo e per donare luminosità, e l'effetto mi è piaciuto molto. Splendido poi se usato con pennello inumidito, per un effetto ancora più marcato e duraturo. La durata di questo prodotto è media, in quanto come tutti i prodotti in polvere tendono ad essere abbastanza volatili se non adeguatamente fissati sulla palpebra, ma il fatto che questo ombretto sia piuttosto scrivente sicuramente contribuisce a limitare il problema, in quanto basta poco prodotto per ottenere una saturazione piuttosto buona di colore.
Un colore che trovo molto bello e che se avessi la pelle leggermente più abbronzata sono certa mi starebbe ancora meglio.
Il prezzo di questo prodotto è di euro 8,00 per 1 grammo di prodotto, trovate QUA il link alla scheda nel sito.


Il secondo e ultimo colore che vi mostro è quello che preferisco tra i due ombretti ricevuti, sia per la tonalità del colore sia per come sta se applicato sul mio viso. Si tratta della tonalità Green Glam, un bellissimo verde bosco leggermente perlescente, di un colore pieno, vibrante, in una polvere leggerissima ancora più scrivente del primo, probabilmente per l'assenza di glitter che, anche se piuttosto discreti, il primo presenta. Ho utilizzato questo prodotto sia sulla palpebra superiore che su quella inferiore, come una matita infracigliare, e in entrambi i casi il risultato è stato molto apprezzato. Il colore è talmente pieno e scrivente che non raramente ho utilizzato questo prodotto anche come eyeliner, semplicemente bagnandolo e creando una riga sottile sulla palpebra superiore, con la classica coda che creo sempre per allungare l'occhio. Trattandosi di polvere leggerissime non è difficile che qualche particella di colore cada dalle palpebra al momento dell'applicazione, motivo per cui preferisco fare la base successivamente al trucco degli occhi, ma con poca accortezza e un cotton fioc si può rimediare a questa pioggia di colore anche successivamente.
Il prezzo di questo prodotto è di euro 8,00 per 1 grammo di prodotto, trovate in QUESTO link la scheda nel sito.

Questi sono i prodotti che ho avuto modo di provare di Apeironature, che ringrazio per la grande gentilezza e per la disponibilità. Matteo e Michela inoltre vogliono fare un regalo a tutti voi che leggere, per permettervi di provare questi prodotti di cui vi ho parlato o altri prodotti presenti sul sito: con il codice apewelcome15 inserito in sede di conclusione dell'ordine otterrete uno sconto del 15% su tutto il carrello, e se l'ordine sarà di importo superiore ai 60,00 euro (escluse se spese di spedizione) verrà inserito nel pacco anche un piccolo omaggio. Il codice sconto non ha limitazioni di prodotti ed è valido da oggi fino alla data del 19/11/2016.

Una bella occasione per scoprire questo store quindi!

Vi ricordo, come sempre, che non lavoro per questa azienda, e che la mia recensione è basata su una prova personale dei prodotti a cui è seguito l'articolo con le mie impressioni assolutamente soggettive e imparziali.

Mando un bacio a tutti voi, con la curiosità di scoprire se farete uso di questo codice sconto, sulla quale mi piacerebbe anche sapere che cosa avete acquistato!


                     Lalla




venerdì 16 settembre 2016

Sana 2016: terza bellissima esperienza!

Ciao a tutte ragazze, in questo articolo vi voglio rendere finalmente partecipi della mia esperienza a Sana 2016, fiera alla quale sono molto legata in quanto ogni anno, per il terzo anno consecutivo, ho l'occasione di imparare tante cose nuove e incontrare persone meravigliose, che condividono la mia stessa passione. Quest'anno poi ho preso parte a questa fiera come Stampa sia per il mio blog che per BeautyBag: una doppia condivisione dunque, che mi permette di parlare maggiormente di questo attesissimo evento!



L'edizione di quest'anno di Sana si è tenuta come sempre a Bologna, nei giorni dal 9 al 12 settembre: la mia presenza in fiera si è però limitata, per esigenze personali, a due sole giornate, ovvero dal sabato mattina alla domenica sera. Questa precisazione mi torna molto utile per rispondere ad una delle più frequenti domande che mi vengono poste in merito a questa fiera, che riguarda il tempo necessario per visitarla. La mia risposta è da sempre "Dipende". Dipende da quali sono i settori di vostro interesse: se l'intenzione è quello di visitare un solo padiglione il tempo necessario sarà ovviamente minore rispetto a quello che occorre nel visitarli tutti. Dipende se prenderete parte a qualche workshop, convegno o presentazione, che anche se durano poco impiegano comunque del tempo (soprattutto se se ne segue più di uno). Dipende quanto approfonditamente desiderate vivere la fiera: vi basta girare per gli espositori, osservando da lontano quello che vedete, o vi piace provare prodotti, scattare foto, parlare con le persone che vi lavorano? Nel secondo caso, ovviamente, il tempo necessario sarà molto maggiore. 


Nel mio caso ho scelto quest'ultima strada, prediligendo il rapporto con le persone e la prova di prodotti, mentre non ho seguito nessuna presentazione o convegno in particolare, sebbene ricordo dall'anno scorso che questi erano spesso molto interessanti. Ma ho voluto in qualche modo recuperare il tempo che nei primi due anni ho dedicato alla mia attività come Blogger Ufficiale dell'evento, per conoscere quelle persone che non ho mai avuto occasione di incontrare, e per godermi a pieno ogni singolo Stand.
Sono in questo modo riuscita a visitare il modo molto approfondito il padiglione dedicato alla Cura del Corpo, in un intero giorno, mentre nel secondo giorno mi sono dedicata a quelli relativi all'Alimentazione e GreenLifeStyle.
Che cambiamenti ho notato quest'anno? Ho riconosciuto la stessa Fiera ricca, colorata e varia degli ultimi anni, mentre ho potuto constatare la presenza di molte nuove aziende, come Le Erbe di Janas e la Saponaria. Tante sono state poi le aziende che sono riuscite a rendere partecipe ogni visitatore, facendoli sentire protagonisti delle scelte delle aziende.
Tra questi Montalto, che ha offerto ai visitatori dei biscotti prodotti con ingredienti semplici, molti dei quali sono in comune con i loro cosmetici, che ha poi fatto provare ai visitatori dello Stand regalando a ciascuno una cialda dei loro rossetti, disponibile in due varianti di colori, che personalmente ho scelto nella versione più fresca e accesa, e Bioè, di Inco Cosmetici, che per la prossima produzione di Shampoo ha domandando ai visitatori quale tra due versioni di profumazioni fosse quella preferita, e ha poi regalato a ciascuno un campione del prodotto in quella profumazione, dosandolo da eleganti ampolle di vetro.

In foto è visibile il macchinario presente allo stand Montalto, utilizzato per preparare le cialde di rossetto che venivano poi offerte ai visitatori.


In questa seconda foto siamo invece allo stand Bioè, e vediamo le ampolle da cui venivano riempiti i campioni di shampoo con la fragranza preferita.



Tantissime come sempre poi le novità presentate a Sana, che vi mostro in una sequenza di foto senza dilungarmi oltre, scusandomi in anticipo per la qualità di alcune foto.


Spugne di Mare Baby, da Cose della Natura;


Scrub Viso di Alkemilla Eco Bio Cosmetic;


Linea Skin Care Veg-Up;



Balsami Capelli di La Saponaria;


Prodotti per Skin Care firmati Essere;


Linea Sebo Lift di Domus Olea Toscana;



I sei golosissimi Fruttalabbra Naturaequa;


I sette Oli delle Meraviglie Physio Natura.



Gli Innovattivi, di Officina Naturae.


Diversi flaconi di Biolù, tutte novità appena uscite.


Le persone che ho avuto modo di incontrare? Tutte fantastica, alcune già conosciute e altre incontrate per la prima volta in fiera, tutte presente estremamente positive e vivaci, con la quale è stato un piacere conversare.


Marina Ferrari, di BioMarina;


Antonella, di Tathia ed Emi, di Cosmetici Eco Bio.


Valentina, del blog Il piccolo mondo di Valentina.

Come si potrà facilmente intuire la mia esperienza, anche quest'anno, è stata decisamente positiva, riconfermando Sana come una fiera alla quale non voglio rinunciare e per la quale mi tengo libera già da mesi prima. Concludo questo articolo con una foto relativa ai prodotti che ho ricevuto in Fiera da parte delle aziende (e qualche acquisto!), per ricordarvi che Sana non è una fiera riservata alle persone del settore. Ci sono certamente titolari di erboristerie, bioprofumerie e figure che visitano Sana per motivi legati alle loro attività lavorativi, ma si tratta di una fiera aperta a tutti, dal prezzo assolutamente accessibile (anche grazie ai tanti sconti che si trovano), e che dunque è interessante da visitare anche perchè le aziende sono solitamente molto disponibili a far provare i prodotti direttamente agli stand, ma anche in campioncini e minisize da portare a casa per un uso più o meno prolungato nel tempo. Coloro che vendono inoltre hanno spesso sconti Fiera vantaggiosi, mentre coloro che non hanno lo Stand abilitato alla vendita lasciano sconti per l'acquisto online anche successivamente alla Fiera.



Ringrazio sinceramente tutti coloro hanno reso più piacevole questa mia terza esperienza a Sana: le ragazze che mi hanno fermato per un saluto e una foto, e le aziende, che per ovvi motivi non posso ringraziare una per una, ma che tutte nel loro piccolo hanno contribuito alla realizzazione di questo bellissimo evento.
Vi lascio inoltre il link QUA per accedere direttamente su Facebook alla mia pagina, precisamente all'album dedicato a Sana, nella quale potete trovare questi e altri scatti di Sana 2016, e tante altre notizie, anche nel tempo, sui prodotti che ho ricevuto e che sto già provando!




Saluto tutte voi e... Alla prossima!

             Lalla


giovedì 1 settembre 2016

Corso Online di Cosmetici Fai da Te

Finalmente, dopo mesi di preparativi e quanti anticipazione sono felicissima di presentarvi il nostro Corso Online di Cosmetici Naturali Fai da te, organizzato da Beauty Bag, e nella quale nel mio piccolo ho cercato di fornire il mio contributo, con qualche suggerimento anche in base a quelle che leggevo essere le vostre esigenze e curiosità maggiori, in un continuo scambio di informazioni via mail o nei vari gruppi facebook.
E finalmente eccolo qua! Beauty Bag ha già fatto un lavoro enorme creando un bellissimo sito pieno di immagini e informazioni utili, nella quale sono presentati i 5 docenti che vi faranno compagnia nei 5 appuntamenti di questo corso. Trovate QUA il sito, che vi consiglio di consultare.


Mi limito quindi a ricordarvi i docenti e il programma del corso, affinchè voi possiate capire meglio di che cosa parlo, e intuire quale grande occasione per imparare e condividere sia questo corso.
Sul sito troverete infatti anche gli obiettivi che potrete raggiungere con questo corso, grazie alle lezioni che di volta in volta presenteranno i nostri docenti.



Barbara Righini - Saicosatispalmi.

Un nome alla quale è superfluo aggiungere altro: si tratta della fondatrice del più famoso gruppo sul tema della cosmesi consapevole, e titolare dell'omonimo negozio di cosmetici biologici.
Ci accompagnerà nella prima lezione, il 4 ottobre 2016: "Introduzione alla cosmesi naturale e alle sostanze presenti nei cosmetici in commercio."


Gianluca Mortara - Antos Cosmesi.

Lo conosciamo per i suoi video divertenti, ma Gianluca Mortara è il Responsabile Sviluppo nuove linee cosmetiche, produzione vendita e Responsabile Marketing. Antos quindi può contare su una figura professionale e valida per i suoi prodotti. E anche noi!
Ci spiegherà la seconda lezione, il 10 ottobre 2016, nella quale tratteremo la "Presentazione degli ingredienti di base dei cosmetici e della loro funzione".


Alessandra Miraglia - Ecocosmesicreativa.

Conosciuta per la sua gentilezza e disponibilità, Alessandra Miraglia è la titolare nonchè anima di Ecocosmesicreativa, nella quale propone ottimi prodotti e interessantissimi incontri e workshop per far conoscere a tutti il mondo in cui è quotidianamente immersa. 
Biotecnologa per professione, con la passione che la contraddistingue ci accompagnerà quindi nella terza lezione di questo corso, il 17 ottobre 2016, dal tema "Le basi dello spignatto. Preparazioni oleoliti, scrub, maschere, unguenti e oli da massaggi. - Corso in laboratorio".


Lucia Genangeli - La Saponaria.

Un volto gentile e un sorriso disponibile: l'anima creativa dell'azienda di cui è co-fondatrice.
Già relatrice per diversi corsi e appuntamento sul tema della cosmesi consapevole, Lucia Genangeli aprirà le porte de La Saponaria e condividerà con noi il suo sapere, nella lezione del 24 ottobre 2016,
dal tema "I saponi naturali, tecniche di saponificazione a freddo - Corso in laboratorio".


Luigi Panaroni - la Saponaria.

Chimico ed insegnante di cosmetologia presso l'università di Urbino, ha fondato insieme a Lucia Genangeli l'azienda La Saponaria, nella quale riversa tutto il suo sapere e la sua professionalità.
Particolarmente appassionato al tema della saponificazione, sarà il docente dell'ultima lezione di questo corso, che si terrà il 26 ottobre 2016 e avrà come argomento "Autoproduzione di creme ed emulsione - Corso in laboratorio".



Quali sono i punti forti di questo corso?

- Corso online: basta un pc e una connessione stabile, nessun programma in particolare, per seguire le lezioni in qualsiasi città voi abitiate, senza spostarvi da casa vostra.
Se poi dovesse capitare di perdere una lezione in diretta, niente paura: avrete sempre disponibili le registrazioni delle stesse.
- Costo contenuto: fino al 12 settembre il corso verrà offerto ad un prezzo lancio: trattandosi di un periodo limitato di tempo consiglio di non perdere tempo con l'iscrizione se questo interessa.
Il codice sconto che vi offro poi vi darà diritto ad un ulteriore sconto di euro 5,00 sul presso di vendita che troverete sul sito al momento dell'acquisto: inserite il codice SPIG22 al momento della procedura di acquisto, e  vi verrà automaticamente applicato lo sconto;
- Docenti del settore: come possiamo facilmente notare abbiamo scelto tra i migliori nomi del settore per far si che il corso assuma una linea adatta anche a chi non conosce nulla di questi argomenti, senza però dimenticare l'affidabilità delle fonti e completezza dei temi trattati.
- Confronto aperto: sarebbe stato più facile inviare video montati in due momenti separati, e invece si tratterà di una lezione in diretta, alla quale potete contribuire con domande e dubbi su quanto appena appreso, per far si che le lezioni si chiudano con un buon bagaglio culturale e con meno dubbi possibili.

Già tante di voi hanno già scelto di aderire a questo corso, capendo bene la grande opportunità.
Le iscrizioni sono ancora aperte, motivo per cui vi invito, qualora interessati, ad usufruire subito del prezzo di lancio, valido fino al 12 settembre, che sarà ulteriormente ribassato inserendo il codice SPIG22.
 
In questo link trovate il sito del corso, nella quale troverete anche tantissime informazioni utili per l'acquisto, la brochure con ulteriori informazioni e i contatti in caso di necessità:   http://corsi.beautybag.it/ 

Qualora lo desideriate potete poi contattare anche me personalmente, alla mail naturalmentelalla@virgilio.it o tramite la mia pagina facebook, cliccando qua: @NaturalmenteLalla .

Ovviamente poi mi piacerebbe conoscere le vostre opinioni in merito, su questo corso che seguirò anche io e sulla quale riceverete anche una dispensa utile su quanto appreso durante le lezioni e un attestato di partecipazione come ricordo di questa esperienza, che mi auguro di cuore possiate ritenere interessante!



                  Lalla



martedì 9 agosto 2016

Aspettando Sana 2016: qualche consiglio!

In questo nuovo appuntamento con il blog vi voglio parlare di questa edizione di Sana 2016, che visiterò per il terzo anno di fila in quanto sono rimasta davvero entusiasta delle prime due edizioni.
  
Ci tengo a rispondere come prima cosa ad una domanda ricorrente, sia tra le lettrici che da parte delle aziende stesse: quest’anno non sarò presente per scelta come Blogger Ufficiale dell’Evento: ho preso questa decisione per rendere la mia visita ancora più di qualità, libera di vincoli di orari e appuntamenti che seppur molto interessanti hanno tolto inevitabilmente tempo alla mia visita, alle chiacchiere con le aziende e anche tempo con chi tra voi mi ha riconosciuto e fermato.


Sarò quindi presente unicamente per il mio blog, grazie all’Accredito Stampa che l’organizzazione di Sana mi ha comunque gentilmente concesso, anche come portavoce di BeautyBag, portale alla quale sono affezionatissima e nella quale prendo parte come redattrice. 
A tal proposito ho pensato di rendere partecipi anche le amiche di BeautyBag (di cui trovate QUA il link), con una doppia condivisione: i prodotti che avrò modo di provare grazie alla Fiera verranno infatti presentati e descritti sia sul blog blog, sotto forma di articolo, che come recensione inserita sul sito.

Sana 2015
Ma non mi dilungo oltre e incomincio a presentarvi la Fiera, per chi non conoscesse!

Sana 2016 è il Salone Internazionale del Biologico e del Naturale, che si svolgerà a Bologna da venerdì 9 a lunedì 12 settembre nel quartiere fieristico del capoluogo dell’Emilia Romagna, che ospiterà tantissimi espositori e visitatori arrivati anche da lontano.
Tre saranno i grandi grandi settori di sana: 

  • Alimentazione biologica,
  • Cura del corpo naturale e bio,
  • Green lifestyle.

Il settore alimentazione biologica è il più vasto, e vedrà protagonista l’alimentazione a 360°: prenderanno parte aziende e piccoli produttori di alimenti biologici, presso la quale spesso sarà anche possibile assaggiare ciò che propongono, ma anche aziende dedicate alla produzione di macchinari e confezionamento.

Il settore cura del corpo naturale e bio è ovviamente il principale motivo per la quale visito puntualmente Sana: si tratta di un settore in forte aumento che anche a Sana cresce di anno in anno, con la partecipazione di aziende produttrici di cosmetici eco bio, coltivatori di piante officinali, e laboratori di produzione di integratori, oltre a dimostrazioni di terapie alternative e macchinari specifici per chi è del settore.

Il settore Green Lifestyle è la zona della fiera forse meno vasta, ma comunque molto interessante da visitare, anche per la moltitudine di proposte e vastità di temi trattati: dalla bioedilizia agli arredi ecologici, passando per per i tessuti naturali e finendo con nuove idee innovative per vivere in modo sostenibile ogni aspetto della vita quotidiana.


Per tutti coloro che desiderino acquistare a Sana ricordo che questo è possibile per le aziende predisposte a farlo nell’apposita area espositiva Sana Shop, che spesso offrono sconti riservati ai partecipanti della fiera, con ottime occasioni per togliersi sfizi e provare prodotti nuovi.
Il catalogo delle aziende presenti verrà reso pubblico nei primi giorni di agosto, ma da quello che ho letto in giro non si discosta molto da quello dell’ultimo anno, ancora visibile sul sito.
Potete trovare su Facebook, sulla mia pagina, un album con l'elenco completo dei partecipanti dell'edizione 2016: ovviamente non basatevi sulle coordinate inserite, come il numero dello stand e dell'espositore, ma potrete almeno avere un'idea degli stand presenti e che vendono, segnalati con il logo colorato in base alla tipologia. Trovate QUA il link diretto all'album su Facebook.
In QUESTO link trovate invece il mio articolo relativo all'esperienza vissuta a Sana 2015 !

Sana 2015

Tantissimi come sempre gli appuntamenti molto interessanti che sarà possibile seguire a Sana: a Sana Academy sarà possibile prendere parte ad incontri e ascoltare relatori di particolare interesse riguardo al tema del biologico e del naturale, come ricercatori, docenti universitari e altre figure di rilievo che è possibile trovare nell’apposita sezione sul sito, con una breve presentazione di ciascuno, mentre all’Osservatorio Sana sarà possibile seguire interessanti interventi di persone del settore, in un incontro promosso da BolognaFiera con ICE (Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane), in collaborazione con FederBio (Federazione italiana Agricoltura Biologica e Biodinamica) e Assobio (Associazione nazionale delle imprese di trasformazione e distribuzione di prodotti biologici e naturali), con il supporto del centro studi Nomisma, primaria società indipendente specializzata nell’analisi del settore agroalimentare, che da anni si occupa dello studio della filiera del biologico.

Nella sezione Sana Novità, che trova posto in fiera a partire dall’anno scorso, possono partecipare le aziende con un massimo di tre prodotti per ogni settore, lanciati sul mercato di recente, per la quale l’anno scorso avevo potuto premiare personalmente il prodotto vincitore, essendo Blogger Ufficiale dell’Evento (non sono invece a conoscenza di come quest’anno si svolgerà la cosa).

Sana Novità 2015

E ora, qualche indicazione utile, che è possibile reperire sul sito, e che condivido con piacere anche alla luce delle mie esperienze passate a Sana.

Costi di ingresso (e informazioni utili):
Il costo del biglietto di ingresso giornaliero è di euro 8,00 se acquistato online (10,00 se acquistato ai tornelli, ingresso Ovest Costituzione – Est Michelino).
Con Sana Pass, il biglietto che permette l’ingresso a tutti e 4 i giorni di sana, il costo si ammortizza in un totale di euro 20,00 con un notevole risparmio. L’accesso è gratuito per i bambini di età inferiore ai 12 anni, ma per coloro che me lo avevano chiesto lo scorso anno trovo che sia una Fiera che interessa limitatamente i bambini, soprattutto se molto piccoli: non ricordo particolari zone gioco a loro dedicate, ammesso che valga la pena visitare la fiera per poi fermarsi ore a giocare nell’area gioco. Consiglio quindi se possibile di organizzarsi diversamente per vivere serenamente il giro in Fiera, anche per il bene del bimbi che difficilmente apprezzano spiegazioni di bioedilizia, osservatori sul biologico e spiegazioni su piante officinali (ognuno valuterà poi personalmente l’interesse che il bambino o ragazzino ripone in queste tematiche: in alcuni casi può anche rivelarsi un percorso educativo, se spiegato in modo che possano capire).
Per tutti coloro che necessitino di questa indicazione segnalo che l'accesso ai cani è consentito al guinzaglio e con museruola, o dentro l'apposito trasportino, fatta eccezione per cani guida di disabili.


Orari di apertura:
La fiera nei giorni di venerdì 9, sabato 10 e domenica 11 seguirà orari di apertura dalle 9.30 alle 18.30, mentre il lunedì 12 alle 9.30 alle 17.00.

Qualche consiglio…
Non appena entrati dai tornelli, o quando ne avete la possibilità, prendete i fascicoli presenti negli appositi espositori: vi aiuteranno a muovevi in fiera con l’aiuto di una bella piantina molto chiara, e troverete anche le aziende divise per settori, ordinate in ordine alfabetico, con le relative coordinate in cui trovarle (padiglioni e numeri espositori), oltre che indicazioni come numeri utili e simboli sui punti “di interesse” come bar, tabacchi, assistenza medica, segreteria, Ufficio Stampa e servizi igienici). Utili anche le indicazioni con gli appuntamenti di Sana Academy e Osservatorio Sana, in cui sono indicati anche orari e luogo.

Suggerimento forse banale, ma che mi ha compromesso la piacevolezza della visita durante la prima edizione di Sana: scegliete con cura come vestirvi. Scarpe comode sono essenziali (ognuno valuti poi il proprio concetto di comodo in base ad esigenze personali), e consiglio di vestirsi a strati, senza utilizzare un unico abito troppo pesante anche se all’esterno le temperature sono rigide: è comodo infatti uscire all’esterno per spostarsi da un padiglione all’altro, ma internamente le temperature sono spesso piuttosto alte, motivo per cui può essere furbo vestirsi a strati, per adattarsi alla temperatura del momento.
Comodo attrezzarsi, per questo motivo, di un piccolo ombrellino pieghevole.
Munitevi di una borsa grande e capiente, o meglio di uno zainetto per distribuire meglio il peso, se intendete fare acquisti, e non solo: gli anni scorsi era possibile ovunque, o quasi, prendere materiale informativo o piccoli campioni di prodotti. 
Se intendete fare acquisti, ma anche per piccole necessità, munitevi di monete e banconote di vario taglio: spesso gli Stand finivano dopo poco tempo il contante necessario per garantire il resto agli acquisti.

Se avete la possibilità di visitare Bologna di sera, dopo la fiera, fatelo! Tutta la città infatti festeggia Sana, e il contro di Bologna si tinge di verde con Sana City, nella quale sarà possibile godere di degustazioni e appuntamenti per conoscere meglio anche la città che ospita da anni questo meraviglioso appuntamento.

Sana City


Infine un consiglio che non dovrebbe servire, ma che purtroppo si rende necessario visto i gesti che ho visto personalmente durante la visita in fiera. Ovunque ci sono bidoni, anche molto grandi, dove gettare rifiuti di vario tipo: usateli! Il personale di servizio che pulisce la fiera dovrebbe servire ad intervenire nel rimuovere tracce lasciate involontariamente, in circostanze dove non si può evitare, non a raccogliere rifiuti volontariamente gettati a terra (in una fiera sull’ecosostenibilità poi…).

Per quel che riguarda come arrivare in fiera trovate sul sito varie informazioni, anche riguardo agli hotel convenzionati (ma consiglio di verificare online anche altre strutture vicine). La fiera è inoltre ben servita da mezzi pubblici e taxi.

Sana 2016 ospiterà inoltre ancora una volta Vegan Fest, l’appuntamento più importante del mondo vegan, con mostre, incontri, workshop e altro sul mondo Vegan a 360°.

Per quel che riguarda il settore della cosmesi green e cura del corpo ho avuto modo di ricevere conferma da diverse aziende circa la partecipazione a questa fiera, di cui vi anticipo i nomi:

Maternatura, Alkemilla, Argital, Sapone di un tempo, PuroBio Cosmetics, Veg Up, IncoCosmetici, Biofficina Toscana, Officina Naturae, Azienda Agricola La Casuarina, BioMarina e Ricaricando.
Tra le aziende non di cosmetici troviamo Gruppo Editoriale Macro ed Ecopostcard.

Tra queste molte aziende avranno novità da presentare e tantissimi prodotti da esporre, quindi vi consiglio di non perdere di vista questi nomi, così come di lasciarvi incuriosire da tutto ciò che attrae la vostra attenzione in fiera, in quanto sono aziende e iniziative che non si ha sempre occasione di avere insieme, vicine, in un’unica data!


Spero di avervi fornito con questo articolo qualche indicazione utile per visitare la fiera, con qualche suggerimento che non trovate sul sito e che trovo possa essere invece molto utile: qualora abbiate altre dubbi da togliervi o curiosità rimango ovviamente a disposizione per cercare di rendere anche la vostra visita il più gradevole e ben organizzata possibile!
Per qualsiasi altro dubbio di carattere tecnico, o per contattare l'organizzazione di Sana, lascio comunque in QUESTO link l'indirizzo al sito ufficiale dell'evento.

Spero inoltre di poter incontrare qualcuna di voi: sono purtroppo poco fisionomista anche con persone viste più volte, motivo per cui vi invito, qualora ovviamente lo desideriate, a fermarmi senza alcun timore per un saluto o due chiacchiere: è per me solamente un gran piacere, e mi è dispiaciuto lo scorso anno leggere dopo la fiera le mail di tante ragazze che mi avevano visto ma non mi hanno fermato per una sorta di timore di disturbare!



     Lalla


lunedì 8 agosto 2016

Collaborazione Italian Cosmetics: linea Anne Geddes

Ciao a tutte ragazze, oggi vi voglio parlare di una collaborazione con l'azienda Italian Cosmetics, che mi ha gentilmente inviato dei prodotti per la cura della persona firmati Anne Geddes. 

Italian Cosmetics è un'azienda italiana, precisamente di Vicenza, che opera attraverso due Brand diversi, la gamma di prodotti Mistral Sun, con una gamma di prodotti varia e per tutta la famiglia, e appunto Anne Geddes, che ispirandosi all'amore per le mamme e per i bimbi della straordinaria fotografa Anne Geddes ha creato prodotti cosmetici certificati e anche bellissimi da vedere.
Personalmente ho sempre apprezzato le bellissime immagini e fotografie di questa straordinaria artista che riesce a racchiudere in un immagine tutta la bellezza e la dolcezza dei bimbi, con l'utilizzo di sfondi e scenografie che richiamano la natura e tutta la purezza dell'infanzia. 
Proprio per questo mi ha subito incuriosita la linea dedicata all'arte di Anne Geddes, che è riuscita a rendere splendidi anche i cosmetici e tutte le confezioni della ditta Italian Cosmetics nella linea dedicata. I prodotti della linea Anna Geddes sono inoltre sottoposti alla certificazione CCPB, ossia Consorzio Controllo Prodotti Biologici. che li ha certificati appunto come prodotti con materie prime provenienti da agricoltura biologica, sia nella linea dedicata alle mamme che a quella per i bimbi.
I prodotti Anna Geddes si compongono infatti di queste due linee, entrambe delicatissime: la linea mamma e la linea bimbo.



Ho ricevuto direttamente a casa un pacco piuttosto grande contenente un secondo pacco che racchiudeva i prodotti della linea, nella quale già era possibile notare la grande cura dei dettagli che già caratterizzava il confezionamento del pacco anche come imballaggio.



I due prodotti della linea bimbo che ho ricevuto sono il Bagno Shampoo Delicato, con aloe vera, estratto di calendula e proteine del riso, e un Olio Massaggio Coccole emolliente, delicato, completamente naturale.
Della linea mamma ho invece ricevuto l' Olio Corpo Elasticizzante con azione emolliente con olio d'argan e calendula e un Bagnodoccia Delicato Idratante Lenitivo con calendula e aloe vera.
Tutta la linea Anna Geddes è stampata su carta ecologica, sia per il packaging che per i vari fascicoli informativi, e ogni confezione riporta delle splendide immagini di bimbi dell'artista.
Ogni confezione riporta inoltre chiaramente la descrizione del prodotto, la modalità d'uso, la certificazione, e la lista degli ingredienti così come legge prevede.
La scatola che custodiva i flaconi conteneva inoltre dei campioncini di tutti gli altri prodotti della linea Mamma e della linea Bimbo e una busta di carta stampata con un'immagine Anne Geddes.



Il Bagno Shampoo Delicato è contenuto in un flacone di plastica opaca da 250 ml con tappo a scatto e piccolo foro per usare al meglio il prodotto. Si tratta di un detergente formulato per il corpo e per i capelli dei più piccoli, a base di estratti vegetali come la calendula biologica e le proteine del riso, ingredienti lenitivi e delicati. Ho utilizzato una piccola dose sulla zona interessata, risciacquando poi con abbondante acqua: ho trovato subito questo prodotto veramente delicato, semplice da dosare anche se di consistenza molto fluida, sicuramente molto adatta sulla pelle dei più piccoli per un massaggio rapido e molto dolce. Il profumo è presente ma molto delicato rimane per poco tempo e modo piuttosto leggero sulla pelle. 
Ho potuto usare questo prodotto sulla mia pelle che esattamente come quella dei bimbi necessita di prodotti molto delicati e gradisce particolarmente ingredienti lenitivi. Ho provato per curiosità ad usare questo prodotto anche come shampoo, sebbene io abbia già i miei prodotti con la quale mi trovo molto bene, e ho comunque riscontrato un'azione molto delicata e un potere schiumogeno piuttosto basso (così come solitamente sono tutti prodotti dedicati ai bimbi). Per le mie personali necessità si tratta però di un prodotto molto valido sulla pelle ed estremamente delicato, ma non altrettanto utile e funzionale sui miei capelli ricci e molto folti per la quale preferisco prodotti più densi, eventualmente da diluire a seconda delle preferenze, che rendano più facile l'utilizzo del prodotto senza sprechi.
Trovo che la profumazione sia molto simile a quella di tanti altri prodotti delicati per i bimbi e che penso possa derivare dalle proteine del riso, essendo questo un ingrediente comune a diversi cosmetici a loro dedicati.

Il prezzo di questo prodotto è di circa euro 13,50. 


Ingredienti: Aqua, Aloe barbadensis leaf juice*, Glycerin, Sodium coco-sulfate, Coco-glucoside, Glyceryl oleate, Maris sal, Calendula officinalis flower extract*, Lactic acid, Hydrolyzed rice protein, Disodium cocoyl glutamate, Parfum", Cocodimonium hydroxypropyl hydrolyzed wheat protein, Caprylyl capryl glucoside, Sodium benzoate, Sodium cocoyl glutamate, Potassium sortiate, Hydrogenated palm glycerides citrate, Tocopherol.




L'Olio Massaggio Coccole presenta la stessa confezione del bagno shampoo delicato, ossia un flacone in plastica con tappo a scatto, ma in formato minore, precisamente da 125 ml. Si tratta di un olio emolliente molto delicato che contiene ingredienti lenitivi come l'estratto di fiori di calendula, perfetti per la pelle dei più piccoli. Si tratta di un prodotto ideale per il massaggio rilassante del neonato, da applicare sulle zone interessate massaggiando fino al completo assorbimento. Può essere quindi una coccola ottima se effettuata prima della nanna di sera oppure come trattamento post bagnetto per facilitare anche l'assorbimento del prodotto. Ho particolarmente apprezzato il dosatore che permette la fuoriuscita del prodotto goccia a goccia, facendo sì che non esca prodotto in eccesso, rendendo così fastidioso e difficoltoso il massaggio. Ho provato quest'olio così come lo si userebbe sulla pelle di un bimbo, ossia dopo la doccia sulla pelle umida applicando poco prodotto per volta con un leggero massaggio, fino a completo assorbimento. 
Ho riscontrato la pelle molto morbida al tatto: per preferenza personale utilizzo prevalentemente oli leggeri sulla pelle anche del corpo, che reagiscono esattamente come a seguito di questo utilizzo: si tratta infatti di un olio piuttosto leggero che si massaggia facilmente, ma con un assorbimento non particolarmente rapido, motivo per cui consiglio un' applicazione veramente minima di prodotto unita ad un massaggio lungo abbastanza fino al momento in cui non si avverte più la pelle unta sotto le dita. La profumazione è molto simile rispetto a quella di tanti altri oli per i bimbi, piuttosto delicata e abbastanza persistente senza comunque risultare pesante sulla pelle, almeno secondo il mio punto di vista. Un prodotto che personalmente trovo valido sia per la pelle degli adulti che per quella più delicata dei bambini.

Il prezzo di questo prodotto è di circa euro 14,90.

Ingredienti: Helianthus annus seed oil*, Prunus amygdalus dulcis oil*, Oryza sativa bran oil, Calendula officinalis flower extract*, Tocppheryl acetate, Parfum0, Limonene0, Geraniol0, Coumarin0, Linalool0, Citronellol0.




Per quel che riguarda l'Olio Corpo Elasticizzante temevo di trovarmi ad utilizzare un prodotto piuttosto simile rispetto all' Olio Massaggio Coccole pensato per i bimbi e presentato in precedenza, mentre mi sono resa conto che nonostante diversi ingredienti comuni si tratta di prodotti con caratteristiche ben diverse. Anche in questo caso troviamo una confezione con tappo a scatto di plastica, in dose da 125ml. La prima cosa che mi ha colpito di questo olio è stato il profumo,che ho trovato estremamente gradevole e molto vicino alle mie preferenze personali in fatto di profumazioni: trovo infatti che abbia delle note quasi agrumate, e leggendo l'inci penso possano essere ricondotte alla presenza di olio di argan presente in grande quantità. Si tratta di un olio meno leggero rispetto a quello sopra descritto pensato per i bimbi, e anche in questo caso è necessario un massaggio abbastanza lungo affinché questo venga assorbito dalla pelle. 
Trovo possa essere un prodotto molto utile agli usi indicati nella descrizione, ossia per ammorbidire le pelli secche e disidratate prevenendo la formazione di smagliature e la perdita di tono (situazioni che spesso accompagnano le trasformazioni fisiche causate dalla gravidanza). Ho utilizzato quest'olio sulle zone particolarmente colpite da adiposità e dopo un utilizzo costante ho riscontrato miglioramenti e una pelle sempre molto morbida immediatamente dopo l'applicazione.

Il prezzo di questo prodotto è di circa euro 19,90.

Ingredienti: Helianthus annus seed oil*, Prunus amygdalus dulcís oil, Argania spinosa kernel oil*, Macadamia ternifolia seed oil*, Prunus armeniaca kernel oil*, Rosa moschata seed oil, Calendula officinalis flower extract*, Tocopheryl acetate, Parfum0, Limonene0, Linalool0, Geraniol0, CitraP.



Il Bagnodoccia Delicato Idratante Lenitivo, con calendula e aloe vera è contenuto in un flacone di plastica esattamente come tutti gli altri prodotti provati, in dose da 250 ml, stesso formato del Bagno Shampoo Delicato per i bimbi. Ho potuto constatare con l'uso di questi prodotti che gli ingredienti sono per tutti piuttosto semplici e ripetitivi, adatti per le pelli più sensibili e delicate e che ricorrono in quasi tutti i prodotti nello stesso modo. Non trovo che questo dettaglio sia un difetto in quanto in un prodotto cerco soprattutto delicatezza. e quelli riscontrati in queste formulazioni sono tutti adatti alle mie esigenze personali. In questo caso ho trovato una profumazione diversa rispetto all'altro prodotto per le mamme, mi risulta meno gradevole anche se fortunatamente come  praticamente tutti i prodotti provati non risulta troppo persistente sulla pelle. 
Anche in questo caso ho riscontrato un potere schiumogeno piuttosto basso e un potere lavante discreto con una consistenza molto morbida e adatta ad effettuare una sorta di massaggio durante il momento del lavaggio. Trovo infatti che questo sia un prodotto particolarmente piacevole da utilizzare stendendolo semplicemente con le mani sento senza l'utilizzo di spugne o altri accessori, che ne modificano la sensazione che apporta sulla pelle. Si tratta comunque ovviamente di una preferenza assolutamente personale basata sulla mia esperienza con il prodotto esattamente come tutte le altre informazioni che potete trovare in questa recensione.

Il prezzo di questo prodotto è di circa euro 19,90.

Ingredienti: Aqua, Ammonium lauryl sulfate, Aloe barbadensis leaf juice*, Decyl glucoside, Maris sal, Calendula officinalis flower extract*, Prunus armeniaca kernel oil*, Glycerin, Coco-glucoside, Disodium cocoyl glutamate, Glyceryl oleate, Magnesium sulfate, Sodium cocoyl glutamate, Hydrogenated palm glycerides citrate, Tocopherol, Sodium benzoate, Potassium sorbate, Lactic acid, Parfum0, Linalool0, Geraniol0, Limonene0.



Dopo la prova di tutti questi prodotti posso sicuramente definirmi non sono molto soddisfatta dei prodotti Anna Geddes,  ma anche piacevolmente sorpresa in quanto ammetto che in un primo momento guardando la straordinaria cura e bellezza del pakaging ho temuto per un attimo che tutta l'attenzione fosse stata riservata per il solo fattore estetico, senza magari curare allo stesso modo la composizione e il prodotto in sé per sé: è stata quindi una sorpresa notare che il prodotto all'interno rispetta perfettamente le  aspettative, motivo per cui non posso non complimentarmi con l'azienda Italian Cosmetics e con Anna Geddes che ha apportato il suo tocco unico e straordinario a questi prodotti.


Vi ricordo come già detto e come in tutti i casi che non sono pagata dall'azienda e che questa recensione si basa su un uso personale e su mie impressioni a seguito della prova dei prodotti stessi e pertanto sono da ritenersi soggettive.

                                    Lalla