Flower 58

Naturalmente Lalla

Pazienza, Passione, Prudenza. Le tre P da ricordare creando cosmetici al naturale.

martedì 15 aprile 2014

Il decalogo dello spignattatore neofita

Vuoi iniziare? Fallo. Ma sappi che...




1.   Se una ricetta ti è perfettamente riuscita ieri, oggi potrebbe ripensarci e venirti di colore, consistenza e odore diverso. Senza interpellarti. Senza che tu possa dire nulla in proposito.
La volta dopo? Un terno al lotto.

2.   Potrai avere sempre tutti gli ingredienti necessari, ogni attivo inventato e quelli ancora da trovare, bottigliette e contenitori di qualsiasi forma, colore, materiale, capienza... Ma dovrai sempre provare a fare il prodotto che necessità dell'unico, insostituibile ingrediente che ti manca. Poi si sa, è scomodo fare ordini per un solo prodotto, vuoi non aggiungere altro al carrello? E nel caso in cui dopo una tale cifra le spese di spedizione siano gratuite, è peccato non raggiungerla!

3.   Quando avrai imparato a leggere l'inci e a capire quali marche evitare, dovrai frenarti per non fare terrorismo psicologico agli altri. Ci si augura che tu riesca a tacere a volte, ma dentro di te immaginerai truppe di siliconi e schieramenti di PEG pronti a dare l'assalto.

4.   Se credi davvero che riuscirai a sporcare pochi attrezzi per i tuoi prodotti ti renderai presto conto che questa è pura illusione. Preparerai sul tavolo bilancina, un cucchiaino, una scodella e il contenitore. Inizierai soddisfatta la tua preparazione e a fine lavoro guarderai il tavolo. Troverai quello che avevi messo all'inizio, con un altro intero set di cucchiai, spatoline, insalatiere e scodelle di ogni tipo, e ti chiederai a cosa ti è servito il compasso, la molletta da bucato e un esemplare di orice dalle corna a sciabola. Dovrai quindi lavare tutto, ancora chiedendoti a cosa ti sono serviti, e riportare in natura l'orice, senza perderci un occhio per le corna di un metro.

5.   Ti troverai delle ore con le braccia infilate fino ai gomiti in acqua calda, con intorno a te alcool e sgrassatore, per togliere i residui di prodotto dalle confezioni di cosmetici, e nei periodi più disperati li chiederai anche ad amici e parenti, che ti accontenteranno, ma penseranno che forse, a volte, una seduta dallo psicoterapeuta non è poi così male.

6.   Lo zucchero non serverà per fare la torta: verrà impiegato in uno scrub. L'olio non sarà più un condimento: te lo verserai in testa.

7.   I tuoi fogli da appunti subiranno una radicale trasformazione. Dalla suddivisione tra fasi, dosi e procedimenti chiari, scritti con minuziosa precisione e grazia, troverai numeri sparsi per il foglio con ingredienti abbreviati, a volte appena accennati, con descrizione mancante di procedura e di qualsiasi altra forma di espressione logica e chiara. Lo capirai solo tu quel foglio, ma sarà importante, e non dovrà essere buttato, cosa che puntualmente faranno.

8.   Obbligherai padri, fratelli, fidanzati e individui di sesso maschile, assolutamente disinteressati alla tua passione ad usare il tuo dopobarba, il tuo gel, la tua crema viso. E nulla importa se non l'hanno mai usato: è ora di incominciare, e devono farlo con i tuoi prodotti.

9.   Guarderai con aria truce qualsiasi commessa o addetta alle vendite che tenta di venderti un prodotto commerciale che tu sai pieno di siliconi e paraffina, e penserai "Siiiii idratante! Questo me lo faccio io in casa mille volte meglio!".

10.   Ti riconoscerai in qualche punto tra quelli sopracitati e forse penserai che a volte siamo proprio esagerate noi che autoproduciamo, ma non cambierai idea. Forse riderai, forse scuoterai la testa pensando "E' tutto troppo vero...", ma ti ricorderai che le persone intelligenti accettano il parere altrui. Spiegano, danno consigli se richiesti, ma non fanno terrorismo psicologico a chi non la pensa come loro, nè si impongono con la violenza. La tua scelta l'hai fatta, è giusto che tutti facciano la loro, condivisibile o meno.

            Lalla




venerdì 11 aprile 2014

L'hennè

Pochi giorni fa una mail da parte di Alia (che saluto!), mi ha sollevato dei dubbi sull'argomento hennè, che ho provato per poco e conosco non in modo approfondito. Ho deciso quindi di informarmi per cercare di capirne di più, speranzosa in vostri commenti e chiarimenti, nel caso in cui qualche dettaglio non sia del tutto corretto.

Che cos'è l'hennè?
L'hennè non è altro che una pianta (lawsonia inermis) che fin dall'antichità è nota per le sue proprietà tintorie ed è quindi stata polverizzata, setacciata e utilizzata per la colorazione di capelli, pelle e unghie.
Il colore dell'hennè è uno solo: le varie sfumature sono date dalle zone (e quindi dal clima, dal terreno, e dalle caratteristiche geografiche), in cui la pianta cresce. Talvolta, gli hennè commerciali presentano aggiunte di pigmenti derivate da altre piante per conferirne il colore voluto. Un hennè puro presenta solo il prodotto della pianta dell'hennè, che è una e fornisce un solo colore (indicazioni come "da pianta di hennè nero", "da corteccia di hennè rosso", sono scritte devianti e non corrette: le foglie sono le parti utilizzate e la pianta di hennè è la medesima per tutte le tinte).



Ho trovato un metodo per capire se l'hennè che utilizziamo contiene piombo o metalli pesanti da evitare (mai provato, se qualcuno ha fatto questa prova e volesse darmi la proprio opinione in merito ne sarei felice).
Pare sia necessario raccogliere dei capelli colorati con hennè già caduti (prelevandoli per esempio da una spazzola dopo esserci pettinati), e mettere questi capelli in un composto fatto da 30 ml di acqua ossigenata (a 20 volumi) e 20 gcc di ammoniaca al 28%.
 Se l'hennè da noi usato contiene piombo, i capelli cambieranno colore.
Se contiene rame i capelli cominceranno a "friggere" e a puzzare, bruciandosi.
Se è presente nitrato d'argento il colore rimarrà tale, ma noteremo delle sfumature tendenti al verdastro.
Tutto ciò indica che l'hennè non è puro e contiene altri metalli (ripeto, metodo mai provato ma letto spesso).

Il colore conferito al proprio capello con una colorazione eseguita tramite hennè varia a seconda del colore di partenza. Per capire come appariranno i nostri capelli possiamo utilizzare una piccola ciocca di capelli caduti, e sapere così a che tonalità arriveremo.

Come si prepara l'hennè?
Diverse sono le indicazioni per preparare l'hennè. Tra le più semplici conosco quella che prevede di mescolare l'hennè con del succo di limone (o arancia, o yogurt: quest'ultimo è indicato qualora l'acidità del limone ci crei fastidio, anche se da alcuni è sconsigliato poichè meno duraturo), per ottenere un composto non troppo liquido ma spalmabile. Lasciamo riposare il composto per un giorno a temperatura ambiente. Al momento di usarlo, potremo aggiungere ancora un pò di succo di limone per conferire alla pasta la giusta densità. Applichiamo con l'aiuto di guanti in grande quantità, fino alla cute.e copriamo con pellicola trasparente. Dopo un tempo di posa che può variare dalle 2 alle 4 ore, togliamo l'hennè con abbondante acqua, se necessario facendo uno shampoo.
Per il naturale processo di ossidazione il colore immediatamente visibile dopo la tinta potrebbe cambiare nel corso di qualche giorno.



L'hennè neutro, ovvero non colorante, può essere usato anche sul viso come maschera, con l'aggiunta di qualche ingrediente. Le informazioni in tal proposito non sono molte, si parla più che altro di Amla, ma sull'hennè neutro da usare sul viso ho trovato poche righe.
 Su questo punto chiedo conferma e consigli, così come su tutto il post!

                                      Lalla


venerdì 4 aprile 2014

Vincitrici Giveaway Naturaequa

Ciao a tutte ragazze, brevissimo aggiornamento per svelare le vincitrici del Giveaway Naturaequa indetto tempo fa, con dei bellissimi premi gentilmente offerti da questa azienda!
Vi lascio quindi alle foto con i nomi delle vincitrici, e un grazie di cuore a tutte coloro che hanno partecipato con entusiasmo!

Vincitrice sul blog:


Vincitrice su Facebook:


Complimenti a voi! 

Le vincitrici hanno 5 giorni a partire da oggi per farmi avere il loro indirizzo a cui spedire il pacco.
Trascorsi 5 giorni passerò ad una nuova estrazione!

                              Lalla



martedì 1 aprile 2014

Cura delle labbra

Parlano, baciano, si colorano di tinte più o meno colorate e rilevano molto di noi: le labbra sono una parte fondamentale del nostro viso che spesso ci ricordiamo di avere solo quando è il momento di truccarle. Ma la cura di questa zona deve essere costante e mirata, vediamo qualche dritta per coccolarle.



Le labbra e il contorno labbra sono una zona molto delicata e vascolarizzata: per questo quando con il freddo ci si screpolano le labbra spesso sanguinano per diverso tempo. Per limitare ciò è necessario idratarle costantemente (in inverno così come in estate), con burri di cacao con buon inci, senza paraffina che secca ancora di più e crea punti neri. Usiamolo abbondantemente, anche sul contorno labbra, e teniamolo sempre a portata di mano per ripassarlo qualora ne sentissimo la necessità. Tra l'altro, un buon burro cacao naturale, fatto in casa o non, può essere utilizzato come crema di emergenza sulle screpolature, a mani pulite, se non disponiamo di altro (anche una buona crema può essere usata sulle labbra).



La sera può essere utile eseguire uno scrub per eliminare pellicine e cellule morte, usando ingredienti delicati come zucchero, olio, miele, farina di cocco, e qualsiasi altro ingrediente leggermente esfoliante. Ricordiamo che sulle labbra non serve un effetto eccessivamente scrubbante: meglio farlo tutte le sere per qualche minuto, in modo costante, che una volta a settimana in maniera più energica, rischiando di irritarci.
In QUESTO link potete trovare una semplice e divertente ricetta per ricreare il celebre Labbracadabra di Lush. La sera inoltre è buona abitudine stendere una generosa quantità di burro di cacao sulle labbra prima di addormentarsi, affinchè questo venga assorbito durante la notte.
Se trucchiamo le labbra ricordiamoci di struccarle sempre bene: basta poco olio vegetale per togliere anche il trucco più ostinato (e se preferite uno struccante bifasico, QUESTA è la ricetta).

Lalla consiglia...
Prova a fare in casa il vostro burro cacao, semplice, con buon inci e personalizzabile: QUESTA è la ricetta base, mentre QUA trovate un'alternativa più golosa.

                                     Lalla


venerdì 21 marzo 2014

Modalità giveaway prodotti Naturaequa

Ciao a tutte ragazze, come accennato voglio dare la possibilità a qualcuno di  vincere i prodotti della linea Naturaequa che mi sono stati inviati dall'azienda, e che vi ho presentato in QUESTO articolo.
Vi ricordo che si tratta di uno scrub viso, una saponetta all'Aloe Vera e otto campioncini in tutto, tra crema viso e Shampoo Doccia.
I prodotti saranno inviati gratuitamente a due vincitrici o vincitori (sono ovviamente ben accetti anche i maschietti), senza quindi nessuna spesa da parte vostra.

Il Giveaway inizierà dal momento della pubblicazione di questo post fino al 4 aprile alle ore 12.00.




Come si partecipa?
La modalità di partecipazione sarà basata su commenti: ogni partecipante dovrà quindi commentare senza limitazione di numero massimo questo post, o il post su facebook che porta questo link.
Vi è la possibilità di commentare su entrambe le piattaforme, usando l'accortezza di indicarmi se ciò avviene, per permettere il regolare funzionamento del giveaway, che prevede due diversi vincitori. Chiedo quindi correttezza e sportività nello svolgimento: la libertà di numero dei commenti lascia a tutti la stessa possibilità di vincita, gradirei quindi un utilizzo corretto di questi.
E' necessario, per coloro che commentano tramite blog, scrivere in almeno un commento il proprio indirizzo mail, per poter essere contattati in caso di vincita (il vincitore di facebook sarà invece taggato e nominato su facebook).
Dal momento dell'avviso di vincita (via mail o tramite tag), i vincitori avranno 5 giorni di tempo per farmi avere il loro indirizzo per poter procedere alla spedizione del pacco.
L'estrazione avverrà tramite il sito random.org.
Il contenuto dei commenti sarà libero e senza limitazione, chiedo solamente di evitare commenti come "123456", "abcdef", o pubblicità a propri spazi/prodotti o qualsiasi altro commento senza senso inserito al solo scopo di fare numero :)
Insomma, datemi qualcosa da leggere! :)

Per qualsiasi domanda o chiarimento contattatemi all'indirizzo mail naturalmentelalla@virgilio.it .

Grazie, e buon divertimento! :)

                                         Lalla


Recensione prodotti Naturaeaqua

Ciao a tutte ragazze, oggi vi voglio parlare di alcuni prodotti inviati da un'azienda, la Naturaeaqua, di cui vi lascio il link in QUESTO link.
Premetto che non sono stata pagata da questa azienda, e non lavoro per questa, ma mi ha colpito la politica e le caratteristiche, che mi hanno spinto a richiedere dei prodotti per far si che anche voi possiate venirne a conoscenza. Premetto che il pacchettino arrivato era di dimensioni ridotte ma ben imballato (cosa non trascurabile negli acquisti online). All'interno, ho trovato due depliant, due prodotti e otto campioncini.



I depliant (stampati su carta ottenuta dagli scarti dell della lavorazione dello zuccheri),  illustrano brevemente la politica aziendale, di cui vi espongo le caratteristiche che mi hanno colpito:



La linea cosmetica non utilizza derivati petrolchimici, siliconi, parabeni, sostiene progetti etici e realtà di paesi come il Marocco, il Messico e il Paraguay. Predilige l'utilizzo di materie prime locali, evitando così trasporti inutili con conseguente inquinamento, cura l'imballaggio con cartone riciclato e materiali riciclabili.

Sostiene inoltre una Missione di Suore Salesiane del Benin (ovvero uno Stato dell'Africa Occidentale), che promuove laboratori di formazione professionale contro il fenomeno dello sfruttamento minorile.

Il depliant si divide infatti in prodotti Made in Italy e Made in Africa, tra cui saponi, creme, latti detergenti, bagno doccia, olio corpo e qualche prodotto per capelli.
Ho letto tutte le descrizioni dei prodotti che offrono e ho trovato qualche prodotto più interessante e qualche prodotto meno, ma questa valutazione è dovuta ad una mia esigenza personale, non alla scarsa qualità dei prodotti, che non avendo provato non posso valutare, ma sicuramente riconoscere che hanno buon inci (sono infatti tutti reperibili sul sito, molto chiaro sia graficamente che come informazioni, cosa che apprezzo sempre).

Dei prodotti a me inviati vi mostro lo Scrub Viso con microgranuli di albicocca e mandorle, in confezione da 50 ml in tubetto e astuccio in cartone riciclato:


Inci:
Aqua, Prunus Dulcis Oil, Olive glycerides, Prunus Amygdalus Dulcis (Sweet Almond) Shell Powder, Corylus Avellana (Hazel) Shell Powder, Glyceryl Stearate, Cetearyl Alcohol, Glycerin, Mel, Ocinum Basilicum Leaf extract, Tocopheryl Acetate, Lecithin, Tocopherol, Ascorbyl Palmitate, Cetearyl Glucoside, Xanthan Gum, Citric Acid, Phenoxyethanol, Benzoic Acid, Sodium Dehydroacetate, Linalool*, Limonene*, Profumo (Parfum).
*=componente degli olii essenziali naturali.
Prezzo di listino dal sito: 11,00 euro.

Della Missione delle Suore Salesiane mi è stato invece inviato un Sapone all'Aloe Vera idratante e antiossidante, in formato da 50 gr, Made in Bénin:


Apprendo dal sito che la conchiglia che chiude la confezione è acquistata al mercato locale ed è simbolo del Bénin.


Inci:

Ingredienti: Elaeis guineensis (Palm) oil, Aqua, Aloe Barbadensis Leaf juice, Sodium hydroxide, Glycerin, Sodium Silicate, Limonene*, Citronellol*, Geraniol*, Parfum.
*=componente degli olii essenziali naturali
Prezzo di listino dal sito: 3,40 euro. Nel sito è possibile notare quali siano i ricavi del produttore, del rivenditore e quali invece le spese obbligate (trasporto, dogana e tasse).
I campioncini invece sono i seguenti (4 per tipo):
Shampoo Doccia al mandarino verde, in mini size da 8 ml.


Inci:

Aqua, Disodium Cocoamphodiacetate, Sodium Lauryl Sarcosinate, Glycerin, Saccharum officinarum (sugar cane) powder,  Ocimum Basilicum Leaf extract, Guar Hydroxypropyltrimonium Chloride, Phenoxyethanol, Sodium benzoate, Sodium Dehydroacetate, Xanthan gum,  Citric Acid, Citrus sinensis (Orange) peel oil expressed, Citrus nobilis peel oil, Limonene*.
*=componente degli olii essenziali naturali

Prezzo di listino dal sito: 8,50 euro per 250 ml di prodotto.

E infine, 4 campioncini di crema viso giorno, ricca di oli e vitamina E, in minisize da 3 ml:


Inci:

Aqua, Dicaprylyl Ether, Olive glycerides, Cetearyl Alcohol, Glyceryl Stearate, Glycerin, Argania Spinosa Oil, Aloe Arborescens Leaf Extract, Tocopheryl Acetate, Sodium Pca, Allantoin, Xanthan gum, Cetearyl Glucoside, Lecithin, Tocopherol, Ascorbyl Palmitate, Citric Acid, Phenoxyethanol, Benzoic Acid, Sodium Dehydroacetate, Linalool*, Limonene*, Hexyl Cinnamal*, Geraniol*, Citronellol*, Alpha-Isomethyl Ionone*, Profumo (Parfum).
*=componente degli olii essenziali naturali

Prezzo di listino dal sito: 17,50 euro per 50 ml di prodotto.

Cosa ne penso di questa linea cosmetica:

Regalo a voi con piacere questi prodotti, (le modalità sono scritte in QUESTO post) essendo caratterizzati da un buon inci e da un'etica che apprezzo e sostengo, con una grande curiosità su altri prodotti per i quali mi piacerebbe fare un piccolo ordine. Non so dirvi con precisione come siano i prodotti in sè per sè, ma come dico sempre in questi casi, vale la pena provare, in quanto non arrechiamo danno al nostro organismo, e potremmo avere piacevoli sorprese. Non necessariamente questi ci piaceranno, ma valuteremo i risultati con la consapevolezza che non abbiamo usato prodotti con ingredienti petrolchimici e dannosi. Per chi volesse acquistare online mi sembra di facile utilizzo anche il carrello, il cui importo può essere saldato tramite Paypal, bonifico o carte di credito, con spese di spedizione di 7 euro fino a 25 euro di spesa e gratis oltre tale cifra.

                                             Lalla

mercoledì 12 marzo 2014

Detergente in schiuma

Ciao a tutte ragazze, mentre si sta svolgendo il Contest sugli elementi (a cui invito tutti a partecipare in QUESTO link), lascio la ricetta di un detergente in mousse molto semplice da riprodurre, con pochi ingredienti e molto delicata! Ecco come crearla:

  • 11 gr di base di detergente delicato (che sia bagnoschiuma, detergente intimo, o quello che avete, purchè l'inci sia adatto a questo scopo);
  • 30 gr di acqua di rose (o un idrolato, o semplice acqua demineralizzata).
  • 2 gr di glicerina;
  • 10 gr di fruttosio;

Come prima cosa, uniamo l'acqua di rose al fruttosio in un bicchiere, e poniamo a bagnomaria per far sciogliere bene tutto. Quando il composto sarà freddo, aggiungiamo la glicerina e il detergente, e mescoliamo bene. Uniamo tutto in un contenitore foamer (questo è il nome dei flaconi per prodotti schiumogeni), ed utilizziamo agitando sempre bene prima dell'uso.



Lalla ricorda...
In queste dosi il prodotto può essere utilizzato senza conservanti per un periodo limitato di tempo, se tutta via desideriamo una conservazione più luna possiamo unire circa 0,3 gr di Cosgard.
Se desideriamo aggiungere degli oli essenziali, possiamo aggiungerli in piccola dose nel detergente.

Come si può notare è una ricetta semplicissima adatta anche a chi sta iniziando questo percorso, che invito a contattarmi per chiarire qualsiasi dubbio! :)

                 Lalla


domenica 2 marzo 2014

Contest fotografico "I 5 elementi nel mondo"



Benvenute e benvenuti al mio nuovo contest!
Ho deciso questa volta di mettere alla prova la vostra creatività, fantasia e capacità di espressione!
Il fulcro di questo contest fotografico saranno gli elementi dell'estetica ayurveda, che vi ricordo sono:

aria (il vento)
fuoco (il sole)
terra (terreno o minerali)
acqua (oceani)
etere (spazio vuoto)


Le regole per partecipare:

Quello che vi chiedo è di mandarmi una o due foto (a scelta: ovviamente chi manda due foto e due descrizioni avrà più probabilità che almeno una venga apprezzata, ma è una scelta personale) in cui, a vostro parere, si esprime uno dei cinque elementi.
 Le parole riportare tra parentesi (vento, sole, terreno o minerali etc...) sono solo alcune delle espressioni che questi elementi hanno per manifestarsi, le più comuni: sta a voi, e alla vostra creatività, trovare un'associazione alternativa. In allegato alla foto dovrete mandarmi una breve spiegazione sull'elemento che avete scelto di trattare, e perchè la foto inviata vi rimanda proprio a quello.

La foto non dovrà essere modificata (filtri, colori, scritte e qualsiasi altro elemento inserito in seguito non è permesso); nel caso in cui vogliate che il vostro scatto rimanga di vostra esclusiva proprietà potete mandarmela così come scattata e sarò io, prima della pubblicazione, a modificarla con il vostro nome (se da voi specificato).

Mandate la vostra foto all'indirizzo mail naturalmentelalla@virgilio.it inserendo anche il vostro nome e cognome, oltre che ovviamente la descrizione dell'elemento così come sopra richiesto.
Saranno premiate le due ragazze che manderanno la foto visivamente più belle e con il messaggio che mi colpirà di più, anche nella sua originalità di pensiero e associazione.



Il contest inizia oggi 2 marzo e finirà il 16 marzo, questo per permettere a tutti di scegliere bene il soggetto.
Ricevuta la foto, la caricherò sull'album di facebook con annessa descrizione, fino alla data di chiusura.
QUI trovate il link della pagina facebook in cui pubblicherò la foto!
Dopo il 16 marzo pubblicherò i nomi delle ragazze vincitrici con le foto su facebook e sul blog, da quel momento le vincitrici avranno a disposizione 5 giorni per contattarmi con gli indirizzi.
In caso contrario, passerò alla premiazione delle foto successive.
Sono previsti ricchi premi che verranno presentati in seguito.
 Il contest sarà valido con almeno 10 foto.

Che altro dire?
Buona sfida! Sono disponibile per domande o chiarimenti sotto questo post o privatamente.

                 Lalla